Cos’è un’ernia intervertebrale e come trattarla

Vantaggi

L'ernia intervertebrale è una condizione che si verifica a causa dell'espulsione del nucleo polposo attraverso le rotture dell'anello fibroso. Il disco intervertebrale divide le vertebre nella colonna vertebrale umana. La sua funzione è quella di fornire l'ammortamento dei movimenti vertebrali.

La struttura del disco è la seguente: è costituita da un nucleo polposo (una massa gelatinosa) e un anello fibroso costituito da fibre che lo avvolge. L'anello fibroso è fissato in parte ai corpi delle vertebre situate nelle vicinanze, ma in parte è fissato ai legamenti intervertebrali che si trovano nelle vicinanze. Nelle sezioni libere dell'anello fibroso, a volte si verifica uno stiramento e, di conseguenza, a causa di un carico eccessivo, il nucleo rompe l'anello fibroso e si forma un'ernia intervertebrale.

Questo disturbo è considerato una delle cause più comuni di mal di schiena. Un'ernia intervertebrale si verifica più spesso nell'uomo a causa di insufficienti carichi motori sulla colonna vertebrale, a causa di uno sforzo fisico eccessivo, nonché a causa dei cambiamenti nell'età. Quindi, un'ernia del disco intervertebrale è una malattia delle persone che conducono uno stile di vita sedentario costante o troppo spesso sollevano carichi pesanti.

Molto spesso, le ernie intervertebrali si verificano nella colonna lombosacrale. In casi più rari, si verificano ernie del disco intervertebrale nella colonna cervicale, casi molto rari di ernie nella regione toracica.

Sintomi di ernia intervertebrale

Un'ernia del disco intervertebrale è una delle manifestazioni più gravi di osteocondrosi. Di regola, la sporgenza di un'ernia si verifica nel canale spinale. A causa di questa patologia, si verifica la compressione del midollo spinale o della radice nervosa. In questo caso, il paziente presenta una sindrome del dolore radicolare, che è accompagnata da paresi o paralisi delle gambe, disturbi della sensibilità. Circa un quinto dei pazienti con ernia intervertebrale necessita di un trattamento chirurgico della malattia.

Se ci sono cambiamenti nella natura degenerativa del disco intervertebrale nella regione lombosacrale, si verificano determinati sintomi dell'ernia intervertebrale. Nell'area del disco interessato, si verifica dolore che durante l'esercizio fisico diventa più grave. Il dolore viene spesso dato al gluteo, alla coscia e alla parte inferiore della gamba dal lato della lesione. Il paziente avverte formicolio e intorpidimento nell'area di innervazione delle radici colpite, nelle gambe periodicamente c'è una sensazione di debolezza, la loro sensibilità è disturbata. Nel processo di sviluppo della malattia nell'uomo, le funzioni degli organi pelvici possono essere compromesse, a seguito delle quali è possibile la manifestazione di problemi con il movimento intestinale, la minzione e la potenza. Nella regione perianogenitale si manifesta intorpidimento.

In presenza di cambiamenti di natura degenerativa nella colonna cervicale, si manifesta dolore, che dà al braccio, alla spalla. Il paziente può avere periodicamente vertigini, salti di pressione sanguigna. Spesso si osservano contemporaneamente mal di testa, vertigini e aumento della pressione, mentre questi fenomeni sono anche accompagnati da intorpidimento delle dita.

In presenza di cambiamenti di natura degenerativa nella colonna vertebrale toracica, una persona avverte un dolore costante nel sito di localizzazione dell'ernia durante il lavoro in una posizione forzata. Spesso il dolore alla colonna vertebrale toracica è combinato con cifoscoliosi o scoliosi.

Diagnosi di ernia intervertebrale

Per stabilire una diagnosi, i medici inizialmente utilizzano i metodi più semplici: usano test speciali per identificare i sintomi della malattia, controllano i riflessi tendinei. Tale controllo consente di determinare l'effetto della colonna vertebrale. Tuttavia, senza l'uso della diagnostica hardware, è piuttosto difficile determinare la presenza di un'ernia intervertebrale in un paziente.

Il metodo diagnostico più utilizzato per questa patologia della colonna vertebrale è la risonanza magnetica (risonanza magnetica). Inoltre, per ottenere immagini trasversali del canale spinale, viene utilizzata la tomografia computerizzata. Il metodo di radiografia in questo caso è progettato per escludere la presenza di fratture, tumori o malattie infettive. Sulla base dei risultati dell'esame, il medico prescrive la terapia ottimale.

L'esame più approfondito deve essere eseguito da quei pazienti che lamentano mal di schiena comparsi nelle seguenti circostanze e che soddisfano le seguenti caratteristiche:

  • recentemente, una persona ha avuto notevoli lesioni alla schiena;
  • la temperatura corporea del paziente è costantemente elevata;
  • il dolore non è associato al movimento;
  • il dolore ricorda le scosse elettriche;
  • i dolori manifestati nella parte posteriore sono dati a gambe, stomaco, genitali;
  • il mal di schiena si manifesta acutamente dopo aver mangiato, durante il rapporto sessuale, durante la permanenza del paziente nella toilette;
  • in presenza di mal di schiena costante, compaiono problemi con il ciclo mestruale;
  • in posizione sdraiata il dolore è più intenso, mentre camminando si attenua>Spesso tutti i sintomi di un'ernia intervertebrale scompaiono da soli circa sei settimane dopo che si verificano. Dopo questo, il paziente ha uno stato di remissione.

Il trattamento con intervento chirurgico viene utilizzato esclusivamente come ultima risorsa, vale a dire se tutti i metodi di terapia conservativa fossero inattivi e la sindrome del dolore non può essere rimossa.

È anche importante utilizzare le possibilità degli esercizi di fisioterapia nel processo di trattamento: per i pazienti con ernia intervertebrale è stato sviluppato uno speciale complesso di esercizi delicati.

L'ernia del disco intervertebrale viene trattata, prima di tutto, usando metodi di terapia conservativi. Quindi, il trattamento dell'ernia intervertebrale prevede l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei. Per alcuni pazienti, i corticosteroidi topici possono essere efficaci. Molto spesso, nel trattamento delle ernie intervertebrali, uno specialista prescrive l'assunzione di diclofenac, indometacina, ibuprofene. Tuttavia, va tenuto presente che alle persone che soffrono di malattie del tratto gastrointestinale devono essere prescritti questi farmaci con molta attenzione. La durata dell'uso di farmaci di questo gruppo dipende direttamente dalla gravità della sindrome del dolore nel paziente. Per eliminare il dolore acuto, puoi anche usare farmaci anti-infiammatori sotto forma di gel e unguenti. Tuttavia, non possono sempre essere un sostituto completo per i tablet.

In alcuni casi, i pazienti con ernie intervertebrali, il medico può prescrivere un blocco. Per la sua implementazione, una soluzione di lidocaina, novocaina o altre soluzioni analgesiche viene iniettata nel tessuto situato vicino all'ernia intervertebrale.

È importante considerare che nei primi giorni di esacerbazione della malattia, in nessun caso dovresti fare un massaggio. Ciò può provocare instabilità della colonna vertebrale e peggiorare le condizioni del paziente. Il massaggio e le procedure fisiche influenzeranno più favorevolmente le condizioni del paziente se vengono utilizzate circa 4-6 settimane dopo la formazione di un'ernia, cioè durante il periodo di recupero.

Intorno alla sesta settimana, inizia il periodo di recupero tardivo del paziente. Il disco intervertebrale danneggiato inizia a guarire, la colonna vertebrale diventa più stabile. In questo periodo, per circa sei mesi, dovrebbe essere esclusa l'attività fisica completamente pesante, si dovrebbero applicare corsi di massaggio periodici e procedure fisiche.

La chirurgia per i pazienti con un'ernia del disco intervertebrale è prescritta in caso di disturbi neurologici, nonché dolore, che sono resistenti ai farmaci e ai metodi utilizzati nel trattamento conservativo.

In precedenza, il trattamento chirurgico dell'ernia intervertebrale veniva effettuato mediante laminectomia. Oggi, attraverso l'uso di un microscopio chirurgico, il trauma necessario per accedere ai tessuti può essere significativamente ridotto. A causa della possibilità di utilizzare il metodo microchirurgico, un'ernia può essere rimossa attraverso una finestra di trepanation molto più piccola. È anche possibile rimuovere una sporgenza erniale mediante rimozione endoscopica.

Il metodo di microdisectomia, ovvero la rimozione dell'ernia microchirurgica, è un modo particolarmente efficace per sbarazzarsi dell'ernia intervertebrale. Come i vantaggi significativi dell'utilizzo di questo metodo, i medici determinano se è possibile rimuovere un'ernia intervertebrale situata ovunque e con qualsiasi densità. L'operazione viene eseguita utilizzando l'anestesia generale, mentre il rischio di complicanze è minimo. Dopo tale operazione, il paziente rimane in ospedale per circa una settimana.

Cause, sintomi, trattamento e metodi di prevenzione dell'ernia intervertebrale

Un'ernia intervertebrale è una malattia in cui si verifica una rottura del disco intervertebrale e una cisti convessa con forme di tessuti molli. Il più delle volte si verifica nella colonna lombare o lombosacrale, ma può anche formarsi nella regione toracica della schiena e del collo. La crescita di solito diventa una grave conseguenza dell'osteocondrosi e di altre patologie della colonna vertebrale. L'aspetto della malattia parla non solo di violazioni nella parte dorsale del corpo, ma anche di segnali sulle lesioni degli organi interni dell'intero organismo. Se viene effettuata la diagnosi corretta, è possibile curare il difetto senza ulteriori complicazioni.

Il contenuto dell'articolo

Cause di ernia intervertebrale

La struttura del disco intervertebrale è un anello fibroso (è una densa membrana superficiale) e il nucleo centrale, che sono "inumiditi" con liquido sinoviale per tutta la vita. Quando si verifica una diminuzione del fluido, le vertebre perdono la loro morbidezza e ammortamento, il che porta alla rottura dell'anello fibroso e alla comparsa di una crescita sotto forma di una borsa con tessuti molli che vi sono caduti. Questa è un'ernia del disco intervertebrale. Quali motivi possono causare danni al contenitore del disco:

  • displasia congenita e altre anomalie del sistema muscolo-scheletrico;
  • elevata mobilità delle singole articolazioni della colonna vertebrale;
  • la formazione di microcricche nel tessuto osseo della schiena e degli arti;
  • disturbi circolatori e fornitura di nutrienti al corpo;
  • lesioni e operazioni alla colonna vertebrale;
  • spremitura delle radici nervose;
  • stile di vita sedentario;
  • osteocondrosi;
  • sovraccarico fisico.

Sintomi di ernia intervertebrale

Il sintomo principale della malattia è il dolore di diversa natura, che si manifesta con intensità e frequenza variabili e anche la posizione della sindrome del dolore può cambiare. Il dolore di solito si verifica dopo sport intensi, intenso lavoro fisico, sollevamento pesi, curve e inclinazioni del corpo brusche, permanenza prolungata in una posizione del corpo, starnuti e tosse.

  • forte dolore radiante al coccige, nervo sciatico, cosce, glutei, bacino e estremità inferiori;
  • diminuzione della sensibilità o formicolio delle dita dei piedi e dell'area intorno all'inguine;
  • disturbi del sistema genito-urinario (costipazione, enuresi, problemi con la vita sessuale);
  • la diffusione della posizione della sindrome del dolore su spalle, collo e braccia;
  • rigidità e limitazione delle funzioni motorie dopo il risveglio;
  • calo della pressione sanguigna;
  • vertigini, emicrania;
  • intorpidimento delle mani e delle dita;
  • debolezza del sistema muscolare della schiena;
  • stanchezza, malessere generale;
  • curvatura della postura.

Fasi di ernia intervertebrale

La malattia si sviluppa gradualmente in più fasi, quindi è importante identificare un'ernia il prima possibile. Dal primo stadio, la patologia è pericolosa per la salute. Gli specialisti distinguono 4 gradi di sviluppo:

  • Il primo è la sporgenza. Il nucleo fuoriesce 2-3 mm a causa della formazione di microcricche nell'anello fibroso. Nella maggior parte dei casi, il riposo a letto e le restrizioni sull'attività fisica sono sufficienti. Si verifica un dolore lancinante periodico.
  • Il secondo è il prolasso parziale. La sindrome del dolore sta diventando più frequente, diventando più intensa. Il volume di crescita raggiunge 1 cm. In questa fase, compaiono un edema della radice del nervo e una violazione della circolazione sanguigna nella regione dei dischi.
  • Il terzo è il prolasso completo. Il nucleo gelatinoso si estende completamente oltre l'anello, pur mantenendo la sua integrità. La dimensione della sporgenza è fino a 1,5 cm. Le sensazioni del dolore si intensificano e si irradiano alle gambe. Il paziente perde la sua capacità di lavorare.
  • Il quarto è il sequestro. Stadio grave, che è caratterizzato da prolasso del nucleo e danno alla sua integrità, nonché danno alle fibre nervose. Il dolore diventa insopportabile e costante.

varietà

La classificazione della patologia erniale dipende dalla posizione della lesione. Esistono tre aree del corpo in cui può verificarsi la malattia: la regione lombare, toracica e cervicale.

Shishkevich Vladimir - opinione ortopedica sulla crema di Hondrostrong

Shishkevich Vladimir, ortopedico - traumatologo, caporedattore del progetto ExpertNews.

Ho curato malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale per molti anni. Posso tranquillamente affermare che le articolazioni sono sempre curabili, anche in età avanzata.

Hondrostrong è un farmaco innovativo progettato per combattere le malattie articolari. Aiuta con artrite, artrosi e altre malattie. Grazie all'uso della crema, la mobilità articolare ritorna rapidamente. Il tessuto cartilagineo danneggiato viene rigenerato, il che impedisce l'ulteriore sviluppo del problema.

Hondrostrong - gel per articolazioni e colonna vertebrale

Il nostro centro medico è stato il primo a ricevere l'accesso certificato alle più recenti medicine per osteocondrosi e dolori articolari - Hondrostrong. Ti confesso che quando ne ho sentito parlare per la prima volta, ho solo riso perché non credevo nella sua alta efficienza.

Ma sono rimasto stupito quando abbiamo finito i test: 4567 persone erano completamente guarite dalle malattie degli organi del sistema muscolo-scheletrico, che è più del 94% di tutti i soggetti, il 5,6% ha riscontrato un miglioramento significativo e solo lo 0,4% non ha notato alcun miglioramento.

La crema hondrostrong ti consente di dimenticare il dolore alla schiena e alle articolazioni il più presto possibile, letteralmente dopo 4 giorni di utilizzo, e anche le patologie molto complesse possono essere curate entro due mesi. Inoltre, il produttore di questo prodotto offre ora 50% di sconto del costo totale della crema Hondrostrong.

Ernia intervertebrale della colonna lombare

È localizzato nella parte bassa della schiena o nella colonna lombosacrale. Appare a causa di intenso sforzo fisico, traumi, operazioni fallite o disturbi patologici della parte bassa della schiena. Caratteristiche principali:

  • dolori doloranti periodici che danno nel bacino, fianchi, glutei, gambe;
  • dolore lancinante quando si sollevano pesi;
  • formicolio o intorpidimento degli arti inferiori.

Ernia intervertebrale del rachide cervicale

I danni alla colonna cervicale si verificano spesso sullo sfondo di una forma avanzata di osteocondrosi, accompagnata da un pizzicamento dei nervi del collo. Sintomi

  • dolore inaspettato a spalla, braccio, dita;
  • ridotta sensibilità degli arti superiori;
  • debolezza muscolare della spalla, del gomito, delle mani.

Ernia intervertebrale della colonna vertebrale toracica

Il danno alla parte superiore del corpo indica violazioni dei polmoni, del cuore e della colonna vertebrale. I sintomi sono spesso simili a malattie dell'apparato respiratorio, digestione, cuore e vasi sanguigni. C'è una violazione del coordinamento dei movimenti, dolore acuto nella parte superiore della schiena, un ritardo nei processi vitali degli organi interni.

Diagnostica Ultrasuoni

L'esame comprende diversi metodi di diagnostica strumentale, che mirano non solo a confermare la diagnosi, ma anche a distinguerla da patologie simili (spondiloartro, plexite). I raggi X mostrano solo tessuti duri: la posizione, la struttura e i difetti dei dischi vertebrali sono visibili nelle immagini. Per studiare lo stato del nucleo e dei tessuti molli usando:

  • tomografia computerizzata (CT);
  • risonanza magnetica (MRI);
  • mielografia;
  • REG ed ultrasuoni dei vasi sanguigni.

Nella rete di cliniche i medici MDRT eseguono i seguenti tipi di diagnostica:

Ernia spinale: trattamento e sintomi

Questa malattia, di regola, si sviluppa nella regione lombare o cervicale, estremamente raramente nel torace. Un'ernia nella colonna vertebrale può interessare qualsiasi parte della schiena; il trattamento può essere conservativo o chirurgico (chirurgia). L'efficacia della terapia è influenzata dalla tempestività di contattare uno specialista.

Cos'è un'ernia della colonna vertebrale

Questa patologia è caratterizzata da una violazione in cui sono spostati i dischi intervertebrali, che provoca una persona forte dolore, intorpidimento in diverse parti del corpo e debolezza. Il ruolo di questa parte della colonna vertebrale è molto importante: sono ammortizzatori che ammorbidiscono il carico durante lo spostamento, forniscono flessibilità alla cresta. Con la loro deformazione, il paziente avverte immediatamente disagio, inizia a soffrire.

Il disco intervertebrale ha un anello esterno fibroso, che consiste di fibre di collagene, e l'interno è il nucleo polposo. L'ultimo onere ricade sulla persona che esegue vari movimenti, sollevando pesi. L'anello fibroso dovrebbe mantenere il nucleo in posizione, ma se ciò non accade, si muove e si forma un'ernia intervertebrale. La malattia diventa una conseguenza di un lungo processo di degenerazione del disco: perde molta acqua dall'interno, il che la rende molto fragile. Esistono due fasi della formazione dell'ernia:

  1. Sporgenza. Una base erniforme inizia a formarsi sul disco, la fibra interna dell'anello fibroso è danneggiata, ma non vi è alcuna rottura della membrana. Si forma un elemento mobile, ma il nucleo gelatinoso viene mantenuto. In questa fase, la malattia può essere curata senza chirurgia.
  2. Entrusion. Il secondo e ultimo stadio della formazione di un'ernia vertebrale. Il nucleo polposo lascia il bordo dello spazio su disco a causa di danni alle fibre interne ed esterne dell'anello fibroso. In alcuni casi, il trattamento prevede l'intervento di un chirurgo.

Cosa appare

Di norma, lo sviluppo della malattia è preceduto da danni alla colonna vertebrale dovuti a infezione, traumi fisici, disturbi metabolici, infezioni, osteocondrosi. L'ernia spinale si manifesta evidentemente nel momento in cui si forma la pressione all'interno del disco intervertebrale. Fino ad allora, tutti i sintomi possono essere scambiati per la manifestazione di altre malattie. Si distinguono le seguenti principali cause di ernia intervertebrale:

  • malattie della colonna vertebrale (scoliosi, osteocondrosi, lordosi, ecc.)
  • trauma, microtrauma;
  • movimenti del corpo che causano deformità spinali;
  • dieta impropria;
  • sovrappeso;
  • genere: negli uomini, la patologia viene diagnosticata più spesso;
  • lavoro fisico pesante;
  • eredità – malformazione congenita della colonna vertebrale;
  • gravidanza – crea un carico aggiuntivo sui dischi intervertebrali, che provoca un aumento della lordosi fisiologica;
  • stile di vita sedentario (lavoro sedentario);
  • la presenza di varie anomalie del tessuto connettivo.

Tipi di ernia della colonna vertebrale

Esiste una classificazione generale e più sottile di questa patologia. Di norma, determinare innanzitutto dove è localizzata l'ernia sul retro:

  1. Il 4% dei casi si verifica nella regione cervicale. I pazienti lamentano dolore al collo con radiazioni a braccia, spalle, mal di testa, intorpidimento delle dita, aumento della pressione sanguigna, vertigini.
  2. Il 31% si trova nella regione toracica. In questo caso, i dolori al petto persistenti sono caratteristici. Di norma, la malattia procede sullo sfondo della curvatura della vertebra.
  3. Il 65% dei casi si verifica nella regione lombare. Comincia a ferire di più durante l'esercizio, dà dolore radicolare ai glutei, alla parte posteriore della coscia, alla gamba. È possibile osservare una riduzione della sensibilità degli arti inferiori, formicolio, intorpidimento, debolezza muscolare. In casi avanzati, gravi di ernia lombare, possono svilupparsi problemi di defecazione, minzione, si verifica una paralisi degli arti inferiori.

La patologia è caratterizzata dalla sporgenza del nucleo nello spazio interdiscale, pertanto si distinguono i seguenti tipi di ernia spinale:

  1. Sporgenza: sporgenza non superiore a 3 mm.
  2. Prolasso – una sporgenza di 3-5 mm, compaiono i sintomi clinici della malattia.
  3. Ernia sviluppata. Il gonfiore del disco è di 6 mm, l'anello fibroso si rompe, il nucleo gelatinoso emerge verso l'esterno e il disco è sequestrato.

In medicina, si distingue anche la direzione della sporgenza di un'ernia. Questa si chiama "topografia" dell'ernia; esistono le seguenti opzioni:

  • fronte – è considerato il più favorevole, non ci sono sintomi;
  • laterale o laterale – la sporgenza si verifica da uno dei lati del disco intervertebrale, di solito attraverso le radici dei nervi spinali;
  • back – rigonfiamento si verifica nel canale del midollo spinale (schiena), che provoca la sua compressione, questa opzione è considerata la più pericolosa, grave;
  • Ernia di Schmorl: il rigonfiamento si verifica verticalmente verso il basso / verso l'alto, nel corpo di una vertebra inferiore o sovrastante.
ExpertNews Italia