Dolore doloroso nella parte bassa della schiena della causa, diagnosi e trattamento

Molto spesso, il dolore lombare alla schiena è associato al superlavoro. Meno comunemente, il dolore indica un'ernia intervertebrale, una spondilite anchilosante o malattie degli organi interni (pancreas, reni, utero, prostata). La diagnostica consiste in un approccio clinico, di laboratorio e strumentale. Le misure terapeutiche dipendono dalla causa principale del dolore.

Cosa c'è di speciale?

Secondo le statistiche, circa il 40% della popolazione mondiale dai 17 ai 70 anni è preoccupata per il mal di schiena. Molto spesso, tali sensazioni sono associate a superlavoro o situazioni stressanti. Tuttavia, in alcuni casi, la sindrome del dolore si verifica sullo sfondo di gravi patologie.

In 2/3 dei pazienti, la causa del dolore lombare è una lesione della colonna vertebrale, meno spesso – degli organi interni. E solo nel 5% dei casi, il dolore provoca malattie del sistema muscolare e nervoso.

Oggi, il dolore cronico di qualsiasi localizzazione è un grave problema medico e sociale. Quindi, i pazienti tendono ad abituarsi al dolore, evitando un esame e un trattamento completi. Tale soluzione contribuisce all'esacerbazione della malattia, allo sviluppo di complicanze e alla conseguente disabilità dei pazienti.

Perché appare

Come accennato in precedenza, il dolore lombare può provocare patologie spinali o malattie somatiche.

  1. Malformazioni congenite associate alla fusione o alla separazione di ulteriori vertebre (sacralizzazione, lombarizzazione);
  2. Lesioni traumatiche della colonna vertebrale (fratture da compressione, ecc.);
  3. Osteocondrosi: la distruzione del disco intervertebrale e la sua sporgenza tra le vertebre sotto forma di ernia;
  4. Spondilosi – usura senile delle strutture ossee e del tessuto connettivo della colonna vertebrale;
  5. Spondiloartro – la distruzione delle superfici della cartilagine delle articolazioni intervertebrali;
  6. Spondilolistesi: instabilità della colonna vertebrale, manifestata dallo scivolamento delle vertebre l'una rispetto all'altra;
  7. Spondilite anchilosante – infiammazione delle articolazioni intervertebrali, che porta alla loro immobilizzazione (anchilosi).

La colonna lombare è considerata la più vulnerabile a queste patologie. La ragione di ciò è la maggiore mobilità delle vertebre in quest'area. Un ruolo significativo è giocato dalla pressione sulla colonna vertebrale, il cui massimo cade proprio nella parte bassa della schiena.

  • malattie della cavità addominale e della piccola pelvi – pancreas, reni, utero e appendici, prostata (pancreatite, urolitiasi, pielonefrite, glomerulonefrite, prostatite, fibromi uterini, annessite);
  • neoplasie tumorali della colonna vertebrale, del tessuto nervoso e degli organi interni (neurinoma, osteosarcoma, ecc.);
  • processi infettivi – ascesso, osteomielite, discite con tubercolosi, sifilide, brucellosi e altre infezioni;
  • fibromialgia – dolore muscoloscheletrico di origine sconosciuta;
  • la dermatomiosite è una malattia del tessuto connettivo e muscolare con sviluppo di grave debolezza muscolare.
Leggi l\'articolo:  Osteoporosi 2 gradi

I fattori predisponenti del dolore sono disturbi metabolici (obesità), disturbi ormonali (diabete), scarso sviluppo del corsetto muscolare (stile di vita sedentario) o stress eccessivo sulla colonna vertebrale (sollevamento pesi).

Nelle donne, il dolore nella parte bassa della schiena può verificarsi sullo sfondo della gravidanza, quando l'utero allargato dal feto esercita una pressione sul tessuto circostante.

sintomatologia

Le cause più comuni di mal di schiena sono l'ernia intervertebrale, la spondilite anchilosante, la fibromialgia e le patologie degli organi interni.

L'ernia lombare è considerata una complicazione dell'osteocondrosi, durante la quale il disco intervertebrale viene distrutto e sporge verso il canale spinale. La malattia provoca cambiamenti senili nel corpo, nonché uno sforzo fisico eccessivo.

Per un lungo periodo, la malattia è asintomatica: i primi segni compaiono solo quando l'ernia inizia a esercitare pressione sulle fibre nervose. In questo caso, i pazienti sviluppano dolore acuto parossistico o cronico, che può avere un carattere bruciante, cucito o dolorante. Le esacerbazioni della sindrome del dolore sono spesso accompagnate da spasmo muscolare, motivo per cui i movimenti nella colonna vertebrale sono limitati.

Nel tempo, il sacco erniario aumenta e comprime le radici spinali. Quindi i pazienti hanno disturbi:

  1. Sensibilità (intorpidimento, "pelle d'oca", bruciore, freddo, calore sulla pelle della parte bassa della schiena, gambe);
  2. Attività di movimento (debolezza dei muscoli degli arti inferiori, che può progredire fino alla loro immobilizzazione parziale o completa).

La malattia è caratterizzata da infiammazione cronica delle piccole articolazioni intervertebrali con la loro successiva immobilizzazione: anchilosi. Le cause esatte della malattia sono ancora sconosciute, tuttavia, i giovani sono principalmente colpiti dalla malattia.

Il primo sintomo della patologia è il dolore doloroso nella parte bassa della schiena e nell'osso sacro, che si manifesta a riposo o di notte. Nel tempo, il dolore si diffonde all'intera colonna vertebrale e alle articolazioni dell'anca. La colonna vertebrale stessa è piegata, si verifica una "gobba". La gamma di movimenti nella parte posteriore viene prima ridotta e poi scompare del tutto, a causa della quale il paziente non può raddrizzare ("congela" in una forma curva).

Una malattia è un disturbo mentale associato all'insorgenza di dolore muscoloscheletrico senza motivo apparente. Pertanto, le persone con una psiche labile sono colpite, principalmente donne.

Una manifestazione specifica è il diffuso dolore simmetrico nei muscoli, tendini e articolazioni. I pazienti sperimentano spesso disturbi del sonno, dipendenza dalle condizioni meteorologiche e frequenti cambiamenti della temperatura corporea. Crampi e crampi muscolari meno comuni.

Patologia degli organi interni

La pancreatite (infiammazione del pancreas) si manifesta con dolore sordo o bruciante nell'addome superiore. I sintomi caratteristici sono nausea, vomito indomito con impurità della bile e cambiamenti nelle feci (feci leggere e unte). Le mucose e la pelle del paziente acquisiscono spesso una tinta giallastra.

Leggi l\'articolo:  Osteocondrosi dei sintomi lombari e trattamento a casa

L'urolitiasi è considerata un disordine metabolico associato alla deposizione di sali nel rene sotto forma di calcoli – "calcoli". Per molto tempo la malattia è asintomatica. La sindrome del dolore si verifica solo durante l'esacerbazione, quando la pietra entra dai reni negli ureteri (cioè, "foglie"). In questo caso, i pazienti sono preoccupati per il taglio o i crampi alla parte bassa della schiena. A poco a poco, il dolore migra verso il basso addome e scompare dopo il passaggio della "pietra".

Il mioma è una formazione simile a un tumore nello strato muscolare dell'utero. La malattia è caratterizzata da dolore doloroso nella parte bassa della schiena e nell'addome che si verifica durante le mestruazioni. Lo scarico in questi giorni è abbondante e prolungato, che spesso contribuisce all'anemia. L'utero allo stesso tempo aumenta a 12 settimane di gravidanza o più.

La prostatite (infiammazione della prostata) è accompagnata da dolore nella regione lombare e nel perineo. Il sintomo principale sono i disturbi della minzione: intermittenza o letargia, frequenti impulsi (soprattutto di notte), indolenzimento. Nel tempo, l'erezione e l'eiaculazione sono disturbate. I pazienti hanno febbre, febbre, brividi e debolezza.

Diagnostica Ultrasuoni

Le misure diagnostiche per il dolore nella parte bassa della schiena includono:

  • L'esame clinico, che consiste in un'indagine del paziente, chiarisce la causa e la natura del dolore, oltre a esaminare e sentire la parte bassa della schiena;
  • Metodi di laboratorio – esami del sangue generali e biochimici con determinazione del livello di amilasi, marker tumorali e altri indicatori;
  • Studi strumentali, inclusi raggi X, ultrasuoni, tomografia computerizzata e risonanza magnetica – la necessità di ciascuno di essi dipende dalla presunta malattia.

Trattamento

Il volume e la tattica del trattamento vengono selezionati dopo aver determinato la causa principale del dolore.

La terapia conservativa si basa sull'uso di farmaci antinfiammatori (Diclofenac, Meloxicam, Indometacina). Le iniezioni di corticosteroidi (idrocortisone) sono prescritte meno comunemente. Il trattamento chirurgico consiste nel rimuovere l'ernia intervertebrale usando un metodo microscopico o endoscopico.

I farmaci comprendono farmaci antinfiammatori (Indometacina, Prednisolone) e immunosoppressori (Rituximab, Methotrexate, Inflixumab). Una parte importante della terapia sono gli esercizi terapeutici volti a inibire lo sviluppo dell'immobilità della colonna vertebrale e del torace.

Data la natura psicogena della malattia, ai pazienti vengono prescritti antidepressivi (Prozac, Amitriptilina), tranquillanti (Clonazepam) e sonniferi (Zolpidem).

Patologia degli organi interni

Con pancreatite, sono indicati la pace, il freddo nella parte superiore dell'addome e una breve fame. Successivamente, viene prescritta una dieta parsimoniosa ad eccezione di grassi, fritti e alcol. In alcuni casi, è necessario assumere enzimi (Pancreatina, Creonte).

Leggi l\'articolo:  Come curare la borsite

Con l'urolitiasi al momento dell'esacerbazione, è richiesta l'introduzione di antispasmodici (Drotaverin) e antidolorifici (Spazmalgon, Analgin). Nel periodo non acuto, si raccomanda l'uso di metodi chirurgici o alternativi di trattamento (rimozione di "pietre", loro macinazione o dissoluzione).

Nel caso dei fibromi uterini, è possibile eseguire tattiche di attesa, seguite da terapia ormonale e rimozione chirurgica del nodo.

La base per il trattamento della prostatite è la terapia antibatterica (amoxicillina, moxifloxacina) e antispasmodica (tamsulosina, prazosina).

Prevenzione

Le misure preventive per il dolore lombare alla schiena sono volte a:

  1. Prevenzione, diagnosi e trattamento delle patologie della colonna vertebrale (anomalie congenite, lesioni traumatiche, osteocondrosi, spondilosi, spondilartrosi, spondilolistesi e spondilite anchilosante);
  2. Correzione delle malattie della cavità addominale e degli organi pelvici – pancreas, reni, utero e appendici, prostata;
  3. Rilevazione precoce di neoplasie tumorali della colonna vertebrale, del tessuto nervoso e degli organi interni (neuromi, osteosarcomi, ecc.);
  4. Terapia dei processi infettivi (tubercolosi, sifilide, brucellosi);
  5. Trattamento di disturbi psicogeni (fibromialgia, isteria).

Ricorda, il dolore nella regione lombare può essere sia il risultato del superlavoro, sia un sintomo di malattie molto più formidabili del sistema muscoloscheletrico, del sistema nervoso o degli organi interni!

Shishkevich Vladimir - opinione ortopedica sulla crema di Hondrostrong

Shishkevich Vladimir, ortopedico - traumatologo, caporedattore del progetto ExpertNews.

Ho curato malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale per molti anni. Posso tranquillamente affermare che le articolazioni sono sempre curabili, anche in età avanzata.

Hondrostrong è un farmaco innovativo progettato per combattere le malattie articolari. Aiuta con artrite, artrosi e altre malattie. Grazie all'uso della crema, la mobilità articolare ritorna rapidamente. Il tessuto cartilagineo danneggiato viene rigenerato, il che impedisce l'ulteriore sviluppo del problema.

Hondrostrong - gel per articolazioni e colonna vertebrale

Il nostro centro medico è stato il primo a ricevere l'accesso certificato alle più recenti medicine per osteocondrosi e dolori articolari - Hondrostrong. Ti confesso che quando ne ho sentito parlare per la prima volta, ho solo riso perché non credevo nella sua alta efficienza.

Ma sono rimasto stupito quando abbiamo finito i test: 4567 persone erano completamente guarite dalle malattie degli organi del sistema muscolo-scheletrico, che è più del 94% di tutti i soggetti, il 5,6% ha riscontrato un miglioramento significativo e solo lo 0,4% non ha notato alcun miglioramento.

La crema hondrostrong ti consente di dimenticare il dolore alla schiena e alle articolazioni il più presto possibile, letteralmente dopo 4 giorni di utilizzo, e anche le patologie molto complesse possono essere curate entro due mesi. Inoltre, il produttore di questo prodotto offre ora 50% di sconto del costo totale della crema Hondrostrong.

ExpertNews Italia