Trattamento dei sintomi del diaframma dell’ernia esofagea

Ernia esofagea che cos'è? L'ernia dell'apertura esofagea del diaframma è una condizione in cui vi è un movimento nella cavità toracica degli organi normalmente situati sotto il diaframma. Stiamo parlando dell'esofago addominale, cardiaco e di altre parti dello stomaco.

In un altro modo, si chiama iatale. Codice per ICD 10 K44: ernia iatale diaframmatica.

Scopriamo insieme la diagnosi di HPOD.

Ernia esofagea: cause

Che cos'è un'ernia dell'esofago è diventato chiaro. Distinguere tra congenito e acquisito. La variante congenita è associata a una violazione nella fase di sviluppo embrionale. Questo tipo si trova nell'infanzia. Acquisita negli adulti si sviluppa a causa di cambiamenti anatomici dovuti all'età. Sono associati a un cambiamento nel diametro dell'anello dell'esofago e all'indebolimento della fascia, che fissa l'esofago.

Cosa causa un'ernia dell'esofago? Esaminiamo a turno l'interconnessione di vari fattori e cause con il meccanismo della comparsa di un tale difetto come un'ernia nell'esofago.

  1. Un cambiamento del diaframma nelle prime fasi contribuisce a un basso carico funzionale sul muscolo corrispondente. Questo è uno stile di vita insufficientemente attivo. Il lavoro sedentario o, in linea di principio, uno stile di vita sedentario sono tra i fattori nello sviluppo dell'ernia.
  2. Abbassare il diaframma è uno dei motivi per lo sviluppo di HPOD. Ciò che è descritto nell'articolo e può essere trovato presso il medico curante.
  3. Allungamento del legamento diaframma-fasciale. Questo legamento è responsabile della posizione fissa dell'esofago.
  4. Un certo contributo allo sviluppo è dato dalla pressione presente nel torace e nella cavità addominale. La sua differenza diventa uno dei fattori. I seguenti fattori portano ad un aumento di quest'ultimo nella cavità addominale:
  • sovrappeso;
  • tosse;
  • abbuffate;
  • accumulo di gas nell'intestino;
  • stipsi;
  • la presenza di tumori nella cavità addominale;
  • gravidanza;
  • sollevamento di oggetti pesanti.

Uno dei motivi è l'esofagospasmo riflesso. Questa è una condizione in cui si verifica lo spasmo della muscolatura liscia. Si verifica sullo sfondo di danni a vari organi e sistemi. Questi includono:

  • malattie dello stomaco e dell'esofago;
  • sconfitta della sezione biliare;
  • cambiamenti nel duodeno;
  • patologia della colonna vertebrale nelle regioni cervicali e toraciche.

Shishkevich Vladimir - opinione ortopedica sulla crema di Hondrostrong

Shishkevich Vladimir, ortopedico - traumatologo, caporedattore del progetto ExpertNews.

Ho curato malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale per molti anni. Posso tranquillamente affermare che le articolazioni sono sempre curabili, anche in età avanzata.

Hondrostrong è un farmaco innovativo progettato per combattere le malattie articolari. Aiuta con artrite, artrosi e altre malattie. Grazie all'uso della crema, la mobilità articolare ritorna rapidamente. Il tessuto cartilagineo danneggiato viene rigenerato, il che impedisce l'ulteriore sviluppo del problema.

Hondrostrong - gel per articolazioni e colonna vertebrale

Il nostro centro medico è stato il primo a ricevere l'accesso certificato alle più recenti medicine per osteocondrosi e dolori articolari - Hondrostrong. Ti confesso che quando ne ho sentito parlare per la prima volta, ho solo riso perché non credevo nella sua alta efficienza.

Ma sono rimasto stupito quando abbiamo finito i test: 4567 persone erano completamente guarite dalle malattie degli organi del sistema muscolo-scheletrico, che è più del 94% di tutti i soggetti, il 5,6% ha riscontrato un miglioramento significativo e solo lo 0,4% non ha notato alcun miglioramento.

La crema hondrostrong ti consente di dimenticare il dolore alla schiena e alle articolazioni il più presto possibile, letteralmente dopo 4 giorni di utilizzo, e anche le patologie molto complesse possono essere curate entro due mesi. Inoltre, il produttore di questo prodotto offre ora 50% di sconto del costo totale della crema Hondrostrong.

Meccanismo di sviluppo

Sullo sfondo dei suddetti fattori, si sviluppa un aumento della pressione nella cavità addominale. Per questo motivo, c'è un cambiamento nel diametro dell'anello dell'esofago. Di conseguenza, il cardias dello stomaco si sposta nell'apertura allargata. Per questo motivo, la sezione inferiore è ridotta.

Tutti i punti indicati portano a quanto segue:

  • un cambiamento nel legamento esofageo-diaframmatico;
  • per questo motivo aumenta la gravità della parete laterale dell'esofago;
  • c'è un funzionamento disturbato dello sfintere;
  • il cardias non svolge una funzione di chiusura e si forma un riflusso di contenuto gastrico nell'esofago.

Questa condizione porta alla formazione di cambiamenti nell'area di transizione dell'esofago nello stomaco. Si verifica uno spostamento graduale delle pareti dello stomaco, il decorso delle arterie e dei nervi corrispondenti cambia. Il costante lancio di contenuti acidi nell'esofago porta a cicatrici di quest'ultimo. Questo aiuta a riparare l'HPOD.

Con un'ernia scorrevole dell'apertura esofagea, il meccanismo di sviluppo è leggermente diverso. È come segue:

  • sullo sfondo della pressione negativa, al momento dell'ispirazione si forma un aumento del lume dell'esofago;
  • c'è un tratto dello sfintere, aumenta il rischio di reflusso.

In questo caso, non c'è pressione sulla parte inferiore, le gambe del diaframma sono accorciate.

Classificazione di un'ernia iatale

Comprendendo la classificazione di GPOD, dovresti sapere che ci sono tre tipi principali:

  1. Assiale, o, in un altro modo, un'ernia scorrevole del diaframma dell'esofago. Con questa opzione, il cardias si trova sopra il livello dell'apertura esofagea nel diaframma. Sono chiamati così perché la parte superiore del cardia, cioè la parete posteriore, prende parte alla formazione di un sacco erniario. Quest'area non è coperta dal peritoneo parietale. Il secondo nome – assiale – è sorto a causa del fatto che il movimento avviene lungo l'asse dell'esofago. Maggiori informazioni su questo tipo di malattia in questo articolo.
  2. Ernia paraesofagica del diaframma dell'esofago. Il cardia con questa opzione è invariato. Altre parti dello stomaco escono nell'esofago, in particolare la sua grande curvatura e il fondo. In un altro modo, è anche chiamato esofageo.
  3. Esofago corto Indipendentemente quasi non registrato. Si verifica, a seguito di cambiamenti cicatriziali, con varie malattie dello stomaco.

Gli assiali sono divisi in due varietà. C'è un'ernia fissa dell'apertura esofagea del diaframma e non fissa.

Un'altra caratteristica di quelle in movimento è che raramente vengono violate, in contrasto con il vicino esofageo. Ecco come appare la classificazione dell'ernia iatale.

Ai pazienti può anche essere diagnosticata un'ernia cardiaca dell'apertura esofagea del diaframma, un'ernia iatale dell'esofago, una foto che consente di vedere visivamente il difetto.

Diaframma di ernia esofagea: grado

Ci sono 3 opzioni che sono caratterizzate dalle caratteristiche corrispondenti. GPOD 1 ° grado che cos'è? Per la condizione di un'ernia dell'apertura esofagea del diaframma di 1 grado, i cambiamenti iniziali nella posizione delle parti dello stomaco sono caratteristici.

Qui si distinguono:

  • la parte inferiore si estende nella cavità toracica;
  • il cardias si trova al limite della transizione dello stomaco e dell'esofago;
  • il resto dello stomaco è sollevato.

GPOD 2 gradi che cos'è? L'ernia esofagea di 2 ° grado ha una differenza. Sta nel fatto che nello stesso esofago si trova già una parte dello stomaco.

Il grado 3 è caratterizzato dalla posizione dello stomaco sopra il diaframma.

Leggi l\'articolo:  Sintomi e trattamento dell'artrosi deformante alla caviglia

Ernia esofagea: cosa è pericoloso

L'ernia nell'esofago è pericolosa? Le complicanze di un'ernia iatale possono essere estremamente gravi e richiedere cure di emergenza. Ciò include il pizzicamento dell'ernia dell'apertura esofagea del diaframma. In questo caso, quella parte dell'organo che si trova nella porta dell'ernia viene violata. L'innervazione è rotta. Se l'assistenza non viene fornita in modo tempestivo, questa parte dello stomaco inizierà a necrotica.

Video utile

Abbiamo risolto le domande su cos'è un'ernia gastrica, sintomi e trattamento dell'ernia esofagea, cos'è un'ernia esofagea, come convivere con un'ernia esofagea, ora vale la pena conoscere come si sentono i pazienti sottoposti a chirurgia.

Misure diagnostiche

Un problema urgente è la diagnosi di un'ernia dell'apertura esofagea del diaframma. La diagnosi viene fatta sulla base di metodi di ricerca clinica e strumentale.

  • sindrome del dolore di varia intensità nel processo xifoideo e nel terzo inferiore dello sterno;
  • un'ernia può causare dolore coronarogeno che si verifica dietro lo sterno;
  • il bruciore di stomaco è considerato il secondo segno più importante di un'ernia;
  • l'eruttazione e il bruciore di stomaco sono causati dall'insufficienza del cardias;
  • rigurgito con contenuto acido, quando si cambia la posizione del corpo in orizzontale.

Stabilire usando metodi di ricerca strumentali. I più comuni sono i raggi X e l'endoscopia.

Quando c'è un'ernia dell'apertura esofagea del diaframma, una radiografia consente di identificare segni diretti e indiretti. Questi tratti sono fondamentali in presenza di HHP.

Diretto include quanto segue:

  • un'area insolita di illuminazione è presente sopra il diaframma;
  • in una certa posizione, una cavità radiografica di bario si forma nella cavità, che comunica con lo stomaco, ma si trova sopra il diaframma;
  • pieghe caratteristiche che si trovano nello stomaco sotto e sopra il diaframma.

  • scomparsa o riduzione di una bolla di gas;
  • un cambiamento nella parte dell'esofago sopra il diaframma;
  • spostamento dell'asse del cuore.

L'endoscopia può rilevare una funzione cardiaca insufficiente e segni indiretti. I segni endoscopici di HPAP sono i seguenti:

  • la distanza tra il cardias e gli incisivi diminuisce;
  • la formazione di anelli caratteristici dell'esofago;
  • la presenza di una cavità di ernia;
  • la presenza del cosiddetto un altro ingresso nello stomaco (cancello);
  • segni di reflusso
  • sporgenza della mucosa gastrica.

In alcuni casi, vengono eseguite manometria, pH metry. Questi metodi consentono di diagnosticare e sviluppare una serie di misure terapeutiche.

Sintomi e trattamento

In dettaglio, tutti i sintomi che si verificano con un'ernia iatale sono descritti nell'articolo sui segni di questa malattia.

E le informazioni su come viene trattata questa malattia – con metodi medici, chirurgici, non chirurgici, popolari e altri, troverai in questo articolo dettagliato.

Ernia esofagea del diaframma: sintomi, cause, trattamento

L'ernia esofagea (ernia iatale) si verifica quando la parte superiore dello stomaco o dell'esofago inferiore sporge attraverso l'apertura esofagea del diaframma nella cavità toracica.

Il diaframma è un grande muscolo situato tra la cavità addominale e il torace. Il tuo stomaco si trova sotto il diaframma, ma nelle persone con un'ernia iatale, una parte dello stomaco sporge verso l'alto attraverso l'apertura diaframmatica in questo muscolo.

Questa malattia si manifesta principalmente nelle persone di età superiore ai 50 anni. Secondo l'associazione per la consapevolezza del cancro esofageo, all'età di 60 anni questa condizione si sviluppa in circa il 60% delle persone.

Le cause

Nella maggior parte dei casi, le cause dell'ernia iatale non sono note. In alcune persone, un'ernia iatale si verifica a seguito di traumi o altre lesioni che possono indebolire il tessuto muscolare, che di conseguenza consente alla parete superiore dello stomaco di entrare nel diaframma.

Un'altra causa di un'ernia iatale è la sovrapressione che si verifica spesso sui muscoli intorno allo stomaco. Questo può accadere durante:

  • tosse
  • vomito
  • tensione durante le contrazioni intestinali
  • sollevamento di oggetti pesanti

Alcune persone nascono con un'apertura esofagea anormalmente grande del diaframma. Ciò contribuisce alla sporgenza della parete superiore dello stomaco attraverso il diaframma.

Ci sono anche fattori che possono aumentare il rischio di ernia iatale, tra cui:

Tipi di ernia iatale

Esistono due tipi principali di ernia iatale: un'ernia iatale scorrevole (assiale) e un'ernia iatale paraesofagea.

Ernia scorrevole esofagea

Questo è il tipo più comune di ernia iatale. Tale ernia si verifica quando lo stomaco e l'esofago scivolano nel torace e attraverso l'esofago. Le ernie scorrevoli sono generalmente piccole. Di solito non causano alcun sintomo e spesso non richiedono un trattamento.

Ernia iatale paraesofagea

Questo tipo di ernia non si verifica così spesso. L'ernia paraesofagea è una condizione in cui parte del tuo stomaco sporge attraverso il diaframma e rimane lì in quello stato. Nella maggior parte dei casi, questa patologia non è grave. Tuttavia, esiste il rischio che il flusso di sangue allo stomaco possa essere bloccato. Se ciò accade, può portare a gravi danni e in questo caso una persona ha bisogno di cure mediche di emergenza.

Sintomi

Solo in rari casi qualsiasi tipo di ernia iatale provoca sintomi. Se si verificano sintomi, di solito sono causati da acido dello stomaco, bile o aria che entra nell'esofago. Tra i sintomi comuni, è possibile che si verifichi quanto segue:

  • bruciore di stomaco, che si intensifica quando ti pieghi o vai a letto (vedi. Bruciore di stomaco torturato? Bevi acqua!)
  • dolore toracico o dolore epigastrico
  • difficoltà a deglutire
  • rutto

Quando dovrei vedere un dottore?

L'ostruzione o l'ernia strangolata possono bloccare il flusso sanguigno allo stomaco. In questo caso, una persona ha bisogno di cure mediche di emergenza. Contatta immediatamente un'ambulanza se:

  • ti senti nauseato
  • hai vomitato
  • non puoi svuotare l'intestino o rilasciare gas

Se avverti dolore o fastidio al petto, ciò può essere dovuto non solo a un'ernia iatale. Può anche essere un segno di problemi cardiaci o ulcera peptica (vedi. Ulcera gastrica e duodenale). Per il dolore toracico, è molto importante consultare un medico in modo tempestivo, perché solo la diagnostica può rivelare la causa dei sintomi che si verificano.

Gerd e ernia iatale

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è una malattia cronica recidivante in cui il contenuto di stomaco acido regolare viene riflesso nell'esofago, che può portare a bruciore di stomaco o nausea dopo aver mangiato. Le persone con ernia iatale spesso sviluppano GERD, che spesso porta a complicazioni come l'esofagite (infiammazione e gonfiore nell'esofago). Tuttavia, ciò non significa che nessuna di queste condizioni possa portare allo sviluppo di un'altra di esse. Potresti avere un'ernia iatale senza GERD o GERD senza ernia.

Diagnostica Ultrasuoni

Diverse procedure diagnostiche possono rivelare un'ernia iatale.

Esame a raggi X dell'esofago con bario

Il medico può riferirti a una radiografia dell'esofago, in cui dovrai bere il liquido con il bario prima di iniziare la radiografia. Ciò consente di vedere sulla radiografia una sagoma chiara del tratto digestivo superiore. L'immagine consente al medico di vedere la posizione del tuo stomaco e, se si gonfia attraverso il diaframma, quindi, hai un'ernia iatale.

Esame a raggi X dell'esofago con bario con ernia iatale

endoscopia

Il medico può esaminare l'esofago e lo stomaco con un dispositivo chiamato endoscopio (un tubo sottile con una telecamera e una luce all'estremità). Con un endoscopio, il medico sarà in grado di determinare la presenza o l'assenza di un'ernia iatale. Qualsiasi strangolamento o ostruzione dell'esofago sarà anche visibile all'esame.

Trattamento

Nella maggior parte dei casi, un'ernia iatale non richiede trattamento. La presenza di sintomi di solito determina se trattarlo o meno. Se soffri di reflusso acido e bruciore di stomaco, puoi trattarlo con farmaci o interventi chirurgici (se l'assunzione del farmaco non aiuta).

Farmaci

Il medico può prescrivere i seguenti medicinali:

  • antiacidi per neutralizzare l'acido gastrico
  • Bloccanti del recettore dell'istamina H2 che riducono la produzione di acido
  • inibitori della pompa protonica (PPI) – farmaci antisecretori per il trattamento delle malattie dello stomaco acido-dipendenti
Leggi l\'articolo:  Dolore all'interno del ginocchio

Chirurgia

Se i farmaci non aiutano, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per l'ernia iatale. Tuttavia, l'intervento chirurgico di solito non è raccomandato.

Tuttavia, in alcuni casi, è possibile che vengano consigliati alcuni tipi di operazioni, il cui scopo è:

  • recupero dei muscoli deboli dell'esofago
  • posizionando la parete sporgente dello stomaco in posizione e restringendo l'apertura di cibo del diaframma

L'operazione viene eseguita in modo standard utilizzando un'incisione sul torace o sull'addome o viene eseguita una chirurgia laparoscopica, durante la quale il tempo di recupero viene ridotto.

Tuttavia, può verificarsi di nuovo un'ernia dopo l'intervento chirurgico. È possibile ridurre il rischio come segue:

  • mantieni il tuo peso normale
  • non sollevare oggetti pesanti
  • evitare lo stress sui muscoli addominali

Cambiamenti nello stile di vita

Il reflusso acido provoca la maggior parte dei sintomi di un'ernia iatale. I cambiamenti nella dieta possono aiutarti a ridurre i sintomi di un'ernia iatale. Invece dei soliti tre pasti al giorno, prova ad aumentare la loro frequenza riducendo la quantità di cibo consumato alla volta. Dovresti anche evitare di mangiare cibo per 2-3 ore prima di coricarti.

Ci sono anche alcuni alimenti che possono aumentare il rischio di bruciori di stomaco. Molto spesso, dovresti evitare di consumare questi alimenti:

Non vale la pena mangiare con un'ernia iatale

  • cibo piccante
  • cioccolato
  • pomodori e prodotti con il loro uso (ketchup, salse, ecc.)
  • bevande e cibi contenenti caffeina (caffè, cola, ecc.)
  • cipolla
  • agrumi (limoni, arance, pompelmi, ecc.)
  • alcol

Inoltre, per alleviare i sintomi del reflusso acido, si consiglia di:

  • smettere di fumare
  • sollevare la testata del letto di almeno 15 cm
  • sporgersi in avanti o sdraiarsi dopo aver mangiato di meno

Prevenzione

Non è possibile evitare completamente lo sviluppo di un'ernia iatale, ma è possibile evitare complicazioni nel modo seguente:

  • riporta il tuo peso alla normalità
  • non sforzare durante le contrazioni intestinali
  • non sollevare pesi
  • non stringere la cintura sulla cintura
  • Evita di fare esercizi addominali

Questo articolo ti è stato utile? Condividilo con gli altri!

Ernia diaframmatica dell'esofago: un disturbo sfuggente

Sulla base delle caratteristiche anatomiche del corpo umano, gli organi situati sotto il diaframma nella cavità addominale non possono trovarsi nella regione toracica. Tuttavia, in alcuni casi, è possibile spostare una piccola porzione dell'esofago nell'area sopra il diaframma. In questo caso, stiamo parlando di una patologia, che si chiama ernia diaframmatica dell'esofago.

La diagnosi di una malattia insidiosa non è così semplice. Ciò è dovuto al fatto che i suoi sintomi sono simili ai segni di gastrite, colecistite e ulcere allo stomaco.

Ernia diaframmatica dell'esofago, caratteristiche della malattia

Il diaframma è il principale muscolo respiratorio del corpo umano. Quando si verifica una piccola apertura in quest'area o una certa area diventa molto sottile, attraverso la fessura che appare, una parte dell'esofago è in grado di penetrare o sporgere nella regione toracica. Questa è un'ernia diaframmatica dell'esofago.

Il pericolo di una patologia spiacevole: una parte dell'esofago che è caduta nell'area sopra l'arco diaframmatico inizia a comprimere il cuore e i polmoni, impedendo così loro di funzionare normalmente. Inoltre, questa situazione influisce negativamente sugli stessi organi digestivi, poiché vengono pizzicati dall'anello del diaframma attraverso il quale escono.

Il rischio di sviluppare un'ernia diaframmatica aumenta con l'età. Se nelle persone di età inferiore ai 40 anni, un tale disturbo viene rilevato nel 9% dei casi, quindi dopo 70 anni si verifica nel 69% dei pazienti. Inoltre, le donne affrontano patologie spiacevoli molto più spesso degli uomini.

Molto spesso, la malattia è asintomatica e non viene riconosciuta. Spesso, i pazienti cercano aiuto da un gastroenterologo per le malattie concomitanti e non trattano ciò che segue.

Quali sono le ragioni per lo sviluppo dell'ernia diaframmatica dell'esofago

La principale causa principale dello sviluppo della patologia è riconosciuta come un aumento dell'apertura diaframmatica dell'esofago, attraverso la quale il sito di questo organo penetra nella regione toracica. La modifica delle dimensioni dell'apertura del diaframma nell'esofago può essere innescata da una serie di motivi:

  • Lo sviluppo di malattie croniche che si verificano con una forte tosse;
  • se una persona è impegnata in un intenso lavoro fisico o solleva sistematicamente pesi;
  • nella metà femminile, la patologia è associata a parto difficile e prolungato;
  • il periodo in cui nasce un figlio;
  • costipazione cronica, flatulenza;
  • sovrappeso;
  • pancreatite, colecistite cronica;
  • caratteristiche dell'età;
  • predisposizione genetica;
  • lesioni al diaframma.

Uno dei fattori che aumenta significativamente le possibilità di incontrare la comparsa di una patologia di questo tipo è la pressione intra-addominale che aumenta periodicamente.

Sintomi di ernia iatale

Nel 50% dei casi, l'ernia diaframmatica dell'esofago è asintomatica o ci sono manifestazioni cliniche, ma sono debolmente espresse.

In altri casi, i sintomi possono manifestarsi come segue.

  1. Il paziente soffre di bruciore di stomaco costante, che si intensifica dopo aver mangiato, se una persona prende una posizione orizzontale o si inclina in avanti e in basso. Con una diagnosi simile, il bruciore di stomaco è localizzato nella parte inferiore dello sterno.
  2. A causa di un'ernia dell'esofago, molta aria entra nello stomaco insieme ai prodotti durante il pasto. Di conseguenza, una persona soffre di eruttazione e gonfiore costanti.
  3. Una delle manifestazioni più comuni è il dolore, la sua localizzazione si verifica nell'epigastrio, dopo di che si diffonde in tutto l'esofago. Spesso il dolore può essere simile alla cintura e assomigliare alla pancreatite.
  4. È difficile deglutire acqua e cibo liquido (quando si deglutisce una persona avverte un "nodulo", ma non nella gola, ma nell'area dello sterno). I cibi solidi vanno bene.
  5. Respirazione laboriosa.
  6. A volte si avverte una sensazione di bruciore dietro lo sterno.
  7. Ci sono situazioni in cui i pazienti che soffrono di ernia diaframmatica hanno sperimentato anemia che si sviluppa a seguito di sanguinamento cronico dalla zona interessata dell'organo.

La stragrande maggioranza dei pazienti nota dolore nella regione del cuore e una violazione del suo ritmo. Il dolore al petto può anche verificarsi a causa del pizzicamento dell'ernia nell'area del diaframma.

Nel caso in cui il paziente abbia sviluppato un'ernia diaframmatica dell'esofago di natura cronica, per lungo tempo non avverte deviazioni nello stato di salute.

Diagnosi della malattia

Un trattamento adeguato richiede una diagnosi accurata. Per stabilire il tipo di ernia, dovrai condurre un esame approfondito, che include:

  1. Radiografia degli organi situati nella regione toracica e addominale;
  2. La fibrogastroscopia (FGDS) è una procedura in cui un paziente deve ingoiare una sonda speciale con una videocamera alla fine.
  3. Viene misurato il livello di acidità nell'esofago e nello stomaco – pH-metria;
  4. Se esiste tale necessità, durante la procedura FGDS, dovrebbe essere eseguita una biopsia delle mucose dell'esofago.

Trattamento dell'ernia diaframmatica

La lotta contro la malattia comprende una dieta speciale, l'assunzione di farmaci che controllano l'acidità di stomaco e interventi chirurgici.

Con lo sviluppo di un'ernia dell'esofago nell'area dell'arco diaframmatico, la dieta è di particolare importanza. Alcune semplici regole devono essere seguite.

  1. Per un giorno, si raccomanda al paziente di assumere circa 2000 kcal, non di più.
  2. Dimentica i carboidrati semplici, la cottura al forno, i dolci non mangiano. Devi fare a meno dei prodotti che possono vagare (stiamo parlando di bevande gassate, cavoli, legumi).
  3. Il menu giornaliero non dovrebbe contenere cibi acidi che possono solo aggravare la situazione.
  4. Non mangiare piatti che possono provocare un'eccessiva formazione di succo gastrico. Prova a trascurare i piatti fritti e affumicati, contenenti spezie e pepe, verdure, barbecue.
  5. Il menu giornaliero dovrebbe contenere alimenti che facilitano l'intestino e la digestione. Si consiglia l'uso di frutta secca, prugne secche, barbabietole bollite.
  6. L'acqua minerale alcalina è solo buona. Si consiglia di berlo in 100 ml. 30 minuti prima dei pasti.
  7. Cerca di mangiare più spesso, ma le porzioni dovrebbero essere piccole.
Leggi l\'articolo:  Come trattare la nevralgia intercostale a sinistra

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica mira principalmente ad alleviare una persona dei principali sintomi della malattia. Quindi possono essere prescritti i seguenti medicinali:

  • Colinolitici: sono in grado di ridurre la formazione di succo gastrico;
  • Antispasmodici: bloccano il dolore, aiutano ad eliminare l'ipertono muscolare nell'intestino e nello stomaco;
  • Farmaci che possono ridurre la quantità di acido cloridrico>

La chirurgia è l'unico metodo che può "curare un'ernia". Tuttavia, i medici spesso si rivolgono a questo metodo di rado, poiché esiste un'alta probabilità di frequenti ricadute della malattia.

Non è possibile rinunciare alla chirurgia nelle seguenti situazioni:

  • se la formazione problematica è di dimensioni considerevoli e i polmoni e il cuore sono sotto la sua pressione;
  • la malattia non viene eliminata con trattamenti dietetici e farmaci;
  • quando si tratta dello sviluppo di un'ulcera dell'esofago o dello stomaco contro un'ernia;
  • se l'ernia è accompagnata da anemia.

Vengono eseguiti anche esercizi speciali di respirazione, che sono abbastanza efficaci.

La diagnosi tempestiva e l'adozione delle misure necessarie in termini di trattamento dell'ernia diaframmatica dell'esofago aiutano a prevenire conseguenze più gravi di una malattia insidiosa.

Esperienza lavorativa superiore a 7 anni.

Competenze professionali: diagnosi e trattamento delle malattie del tratto gastrointestinale e del sistema biliare.

Quali sono i sintomi di un'ernia iatale?

I sintomi possono variare a seconda del tipo e della posizione dell'ernia. Consideriamo quindi tutte le varie manifestazioni di questo disturbo molto frequente e diffuso.

Come si manifesta un'ernia iatale?

Oltre il 40% delle persone che soffrono di ernia iatale non presenta alcun sintomo o solo sintomi lievi. Questo perché le ernie di medie dimensioni non influenzano particolarmente il funzionamento dell'esofago.

Tuttavia, ci sono casi di ernie croniche associate al reflusso dell'esofago, che sono caratterizzate da sintomi più gravi, che possono richiedere un intervento immediato.

Cominciamo con una rappresentazione schematica dei sintomi associati a vari tipi di ernie, che verranno quindi analizzati.

PatologiaSintomo
Ernia scorrevole esofageaCattiva digestione, aerofagia, eruttazione
Ernia iatale cronica (geriatrica) con reflusso esofageoEruttazione, bruciore di stomaco, vomito, raramente sanguinamento
Ernia paraesofagea esofageaUlcere, sanguinamento, difficoltà a deglutire, tosse, asma, respiro corto

Sintomi di un'ernia scorrevole

Un'ernia ialrale scorrevole è caratterizzata da un indebolimento (espansione) dell'esofago e quindi dalla sporgenza di una parte dello stomaco nella cavità superiore: questa è la forma più comune della malattia, quasi il 90% di tutti i casi di ernia dell'apertura esofagea del diaframma appartengono a questa categoria.

Questa condizione è spesso asintomatica, se i sintomi sono presenti, allora sono modesti.

Il sintomo più caratteristico è l'eruttazione, poiché la parte dello stomaco che si trova nella cavità toracica viene riempita di aria durante la respirazione. In una tale situazione, il paziente avverte una sensazione di pesantezza, di cui può liberarsi ruttando e soffiando aria.

Spremere lo stomaco può anche causare mal di schiena, che viene eliminato dal movimento intestinale.

In tali casi, non è necessaria una vera terapia, è sufficiente seguire una dieta, una dieta composta da pasti leggeri a basso contenuto di grassi, che rallenta il tempo di svuotamento gastrico. Inoltre, è importante prevedere un certo intervallo di tempo tra mangiare e dormire.

Sintomi di ernia iatale geriatrica

Spesso il reflusso gastroesofageo accompagna un'ernia, in cui gli acidi dello stomaco vengono rigettati dallo stomaco nell'esofago. Far scorrere lo stomaco attraverso l'apertura può portare alla chiusura della valvola tra lo stomaco e l'esofago, che porta al reflusso di succo gastrico ed enzimi.

Se lo stomaco è protetto dagli effetti degli acidi, le pareti dell'esofago non sono in grado di resistere all'azione di tali sostanze, quindi il reflusso può causare gravi danni.

I sintomi più evidenti in questa situazione:

  • Dolore che brucia dietro lo sterno, che può diffondersi al collo, alla gola e al viso, accompagnato da una sensazione di forte spremitura, al punto che può causare infarto miocardico.
  • Rigurgito del contenuto dello stomaco, che raggiunge la bocca e può causare vomito. Il rilascio di contenuti gastrici aumenta quando il soggetto si sdraia.
  • L'esofagite, cioè l'infiammazione dell'esofago, associata a una grave erosione delle pareti dell'esofago sotto l'azione degli acidi dello stomaco, che, alla fine, può portare a ulcere e cancro.
  • Sanguinamento manifestato dal vomito con sangue e feci nere.
  • Un'ustione della mucosa della faringe e della trachea causata dall'azione degli acidi.
  • La stenosi esofagea, che rende difficile la deglutizione, può causare respiro corto e veri attacchi di asma.

Sintomi di ernia paraesofagea dell'esofago

Nel caso di un'ernia paraesofagea, una parte dello stomaco passa nella cavità toracica attraverso l'apertura esofagea, che mantiene una forma sana.

Questa patologia è piuttosto rara, ma più pericolosa. L'ernia paraesofagea può rimanere a lungo nella "trappola del diaframma" e la compressione può ridurre il flusso sanguigno.

I sintomi di un'ernia paraesofagea sono simili a un'ernia scorrevole, ma sono aggravati:

  • Problemi respiratori causati dalla ridotta efficienza del diaframma.
  • Infiammazione asmatica dei bronchi, che si manifesta con tosse e tensione al torace a causa del restringimento delle vie aeree.
  • Extrasistole, cioè cambiamenti nel ritmo sinusale del battito cardiaco, che può portare a tachicardia, bradicardia, vertigini, collasso.
  • Strangolamento di un'ernia, che richiede un intervento chirurgico immediato.

Come alleviare i sintomi dell'ernia

Un'ernia iatale è una malattia anatomica che può essere risolta solo con un'escissione chirurgica, tuttavia ciò è raramente necessario: nel caso di un'ernia paraesofagea per prevenire il pizzicamento.

Numerosi e fastidiosi sintomi possono essere prevenuti con varie precauzioni:

  • Solleva la testata del letto di 15 cm per impedire il passaggio di acidi nell'esofago durante il sonno.
  • Evita cibi pericolosi come grassi, cioccolato, caffè o alcool che sono irritanti per lo stomaco e difficili da digerire.
  • Evita i farmaci anticolinergici che rilassano i muscoli e favoriscono il reflusso.
  • Prendi antiacidi per alleviare i sintomi dolorosi.

Ernia esofagea e altre malattie

Sintomi di ernia iatale: problemi di digestione, dolore allo sterno, senso di oppressione, ecc. Possono nascondere patologie più gravi, quindi vale la pena condurre un esame approfondito per eventuali sintomi.

Sintomi comuni possono verificarsi con:

  • Malattie cardiache come angina pectoris o infarto. I sintomi possono essere simili a un'ernia iatale: nausea, mancanza di respiro e una sensazione di oppressione e dolore nella zona centrale del torace, che può essere alleviata dal ruttare. Un elettrocardiogramma e alcuni esami del sangue aiuteranno a diagnosticare un infarto.
  • Ulcera allo stomaco . Questo è un danno alla mucosa dello stomaco o del duodeno, che comporta la comparsa di dolore, flatulenza, vomito e vertigini: tutti questi sintomi possono anche essere attribuiti a un'ernia con reflusso. Un'ulcera può essere rilevata mediante esame endoscopico e una radiografia con contrasto.

Ernia esofagea durante la gravidanza

Le donne in gravidanza sono maggiormente a rischio di ernia iatale a causa dell'aumentata pressione nella cavità addominale.

Inoltre, si deve tenere presente che molti dei sintomi di un'ernia iatale sono accettabili per la gravidanza per tutti e nove i mesi.

Durante la gravidanza, possono verificarsi nausea e vomito a causa di alti livelli di estrogeni e gonadotropine, ormoni che aiutano a mantenere la gravidanza. Spesso si verificano bruciore ed eruttazione esofagea, mentre lo sfintere all'estremità dell'esofago si rilassa.

Indipendentemente dalle cause dei sintomi descritti, va sottolineato che durante la gravidanza lo stomaco produce meno acido e raramente raggiunge le pericolose conseguenze del reflusso.

Puoi alleviare i sintomi modificando le tue abitudini alimentari e dietetiche. Non è consigliabile assumere alcun medicinale o utilizzare bicarbonato di sodio come rimedio per il bruciore di stomaco, poiché contiene molto sodio.

ExpertNews Italia