Dislocazione della clavicola – sintomi di lesioni e metodi di trattamento

La dislocazione della clavicola, in particolare la sua estremità acromiale, è un danno comune al sistema muscoloscheletrico e rappresenta il 14-18% del numero totale di lussazioni. Molto spesso, una tale lesione viene diagnosticata in persone giovani e abili che conducono uno stile di vita attivo e praticano sport. L'articolazione acromioclavicolare è caratterizzata da una complessa struttura biomeccanica. Con uno spostamento dello sforzo causato dall'azione muscolare, può verificarsi una ricaduta di lussazione; quando la capsula articolare e i legamenti si rompono, la stabilità è completamente o parzialmente persa. Questi fattori causano difficoltà terapeutiche. Il trattamento ha lo scopo di ripristinare i tessuti danneggiati e prevenire ricadute e complicanze.

Cause di trauma

La causa di una dislocazione è spesso una caduta, quando il colpo principale colpisce la spalla o il braccio, così come un forte livido dello sterno. Tali lesioni vengono diagnosticate in giocatori di pallavolo, giocatori di pallamano, giocatori di calcio e atleti sportivi di contatto. Una nascita rapida o complicata porta alla dislocazione della clavicola nel neonato.

A differenza degli adulti, i bambini piccoli guariscono rapidamente dalle lesioni. Per il trattamento vengono utilizzati solo una leggera medicazione fissativa e, se necessario, antidolorifici.

La dislocazione dell'estremità acromiale della clavicola si verifica a seguito dell'esposizione diretta e indiretta alle forze applicate. Una causa molto meno comune di lesioni è la combinazione di questi meccanismi. Durante lo spostamento scapolare verso il basso, anche la clavicola è coinvolta nel processo, incontrando il primo osso costale. Si sta formando una specie di leva, il cui fulcro si trova sulla costola e la forza di ritenuta è nell'articolazione clavicola-sterno. Agisce sull'estremità acromiale, provocando il suo spostamento nella posizione superiore. La scapola devia verso il basso, stringendo la capsula e i legamenti. Se la forza applicata era eccessiva, vengono feriti – parzialmente o completamente strappati. Cosa succede con un ulteriore spostamento della scapola verso il basso:

  • i legamenti clavicolari a forma di cuneo perdono la loro integrità;
  • se la clavicola a causa di una lesione non è più fissata dai legamenti, la mano si sposterà verso il basso, poiché il baricentro si è completamente spostato;
  • l'estremità acromiale della clavicola si alza.

La dislocazione dell'estremità sternale della clavicola è sovrasternale, sternale e protorace. La classificazione si basa sulla direzione di spostamento di questo piccolo osso misto a forma di S. Con dislocazioni di qualsiasi posizione, i componenti articolari dei tessuti molli vengono danneggiati. Particolarmente pericoloso è il danno alla struttura di contenimento più potente: la capsula. Ai feriti viene diagnosticato un danno ai vasi sanguigni piccoli e grandi, che causano numerose emorragie.

Manifestazioni cliniche

Immediatamente dopo la lesione, la vittima sviluppa un forte dolore che si diffonde nella parte superiore del corpo e si intensifica con l'inalazione. Il movimento nell'articolazione è così limitato che una persona non è in grado di alzare la mano. I sintomi più caratteristici della lussazione della clavicola, indipendentemente dalla sua posizione:

  • la sensibilità della pelle diminuisce, c'è una sensazione di intorpidimento;
  • la regione della clavicola si gonfia rapidamente e la pelle diventa rossa;
  • viene visualizzata la deformazione dell'articolazione clavicolare-sterno o clavicolare-acromiale.
Leggi l\'articolo:  Le articolazioni fanno clic su cosa fare Ragioni e metodi di trattamento

Se la lesione non è complicata da legamenti strappati o solo uno di essi è danneggiato, le vittime non sempre cercano assistenza medica. Il danno provoca dolore lieve, leggero gonfiore, leggera limitazione del movimento. Tale lesione si chiama sublussazione e in assenza di intervento medico provoca lo sviluppo di gravi complicanze, che possono essere eliminate solo con un'operazione chirurgica. Con dislocazione sternoclavicolare, il paziente, quando visita un traumatologo, si lamenta solo del dolore e della ridotta gamma di movimento. Alla palpazione si avverte dolore, specialmente quando il medico cerca di alzare la mano.

La diagnosi iniziale può essere fatta già nella fase di esame della vittima. Se si è verificata una dislocazione protoracica, nella zona danneggiata è visibile la sporgenza della clavicola e la lesione sternale viene visualizzata nella sua retrazione.

Una tecnica diagnostica simile viene anche utilizzata per stabilire una dislocazione dell'estremità acromiale della clavicola. In questo caso, la sporgenza della clavicola verso l'alto è chiaramente visibile. Quando il dottore esercita una leggera pressione sull'estremità acromiale, ritorna nella sua posizione naturale. Non appena la pressione si indebolisce e si arresta, l'estremità acromiale inizia a muoversi e ad aumentare.

La diagnosi iniziale è confermata o smentita dopo studi strumentali, il più informativo dei quali è la radiografia. La dislocazione di una delle sezioni della clavicola è indicata non solo da una larghezza sufficientemente variabile dello spazio articolare. Il principale segno di tali lesioni è un cambiamento nella posizione della parte inferiore della clavicola e della sua estremità acromiale. La loro presenza allo stesso livello significa l'integrità dell'apparato legamentoso e l'assenza di dislocazione. Se la clavicola viene spostata verso l'alto sull'immagine radiografica, la terapia patologica inizia immediatamente.

Dislocazione della clavicolaManifestazioni cliniche
acromioclavicularGrave dolore, peggio durante l'inalazione, visualizzazione della protrusione dell'estremità acromiale dell'osso, ematoma esteso in violazione dell'integrità dei vasi sanguigni, edema
sternocleidomastoidDeformazione visiva dell'articolazione sotto forma di diminuzione della lunghezza della spalla e spostamento della clavicola, forte dolore e gonfiore a rapida diffusione, ematoma

Primo soccorso

Anche i problemi articolari "trascurati" possono essere curati a casa! Ricorda solo di spalmarlo una volta al giorno.

Con una dislocazione dello sterno o dell'estremità acromiale della clavicola, è necessaria una benda per fissare il braccio in una posizione elevata. Puoi usare gli strumenti disponibili: fazzoletto, sciarpa, fasciatura (non elastico!). Durante l'applicazione della medicazione, la cavità ascellare viene fissata mediante un voluminoso rullo di garza di cotone o un pezzo di tessuto piegato in più strati. Per fermare il gonfiore, che spesso causa complicazioni, vengono utilizzati impacchi di raffreddamento. Cosa può essere usato:

  • un sacchetto di plastica pieno di cubetti di ghiaccio;
  • confezionamento di miscele di frutta o verdura congelate;
  • borsa con un pezzo di carne o pesce congelati.
Leggi l\'articolo:  Come scegliere un cerotto per osteocondrosi

Prima di applicare sulla zona della clavicola, tutti questi prodotti devono essere avvolti con un panno spesso per prevenire il congelamento.

Un sintomo caratteristico di una dislocazione è il forte dolore, quindi a una persona viene immediatamente offerto qualsiasi farmaco antinfiammatorio analgesico o non steroideo. Ciò può interferire con la diagnosi preliminare, macchiare il quadro clinico. Un antidolorifico deve essere somministrato solo a una soglia del dolore bassa per prevenire svenimenti, svenimenti o panico.

Ora la vittima dovrebbe essere portata al più presto in una struttura ospedaliera. È severamente vietato correggere la dislocazione sulla scena. Se una persona ha i tendini strappati e (o) i vasi sanguigni danneggiati, tali azioni provocano complicazioni irreversibili e talvolta disabilità. Anche i traumatologi esperti con dislocazione dell'estremità acromiale della clavicola con una rottura dei legamenti eseguono tutte le manipolazioni necessarie solo dopo la diagnosi strumentale e l'ottenimento dei risultati.

Trattamento conservativo

Nel trattamento delle lussazioni delle articolazioni acromioclavicolari o sternoclavicolari, le difficoltà sorgono non quando vengono riparate, ma nel mantenere la giusta posizione necessaria per la rigenerazione dei tessuti. I giunti vengono fissati utilizzando una varietà di pneumatici, medicazioni, dispositivi dotati di un rullo denso per spremere. La riduzione dell'articolazione clavicolare si verifica in anestesia locale. Per la sua attuazione, viene utilizzata una soluzione di procaina all'1%, la cui dose dipende dall'età e dal peso della vittima. La maggiore efficacia terapeutica si distingue per tali metodi di immobilizzazione:

  • Benda Volkovich. Un denso rotolo di garza di cotone viene applicato sul sito dell'articolazione clavicolare ferita, che viene fissato con una banda-a />

La durata del trattamento conservativo va da 2 settimane a 1,5 mesi. I farmaci antinfiammatori non steroidei in compresse o capsule sono inclusi nei regimi terapeutici dei pazienti. La minima quantità di effetti collaterali è caratteristica di Ketorolac, Nimesulide, Meloxicam.

In presenza di patologie gastrointestinali, invece dei FANS, i traumatologi raccomandano di assumere analgesici o antispasmodici (Baralgin, Bral, Spazmalgon) per ridurre la gravità della sindrome del dolore.

Nella fase iniziale della terapia, possono essere prescritti antistaminici: Loratadin, Tavegil, Suprastin. Questi farmaci eliminano il gonfiore che si verifica quando i tessuti periarticolari molli sono danneggiati.

Per accelerare la rigenerazione delle articolazioni clavicolari, vengono utilizzati condroprotettori in compresse, capsule o unguenti con glucosamina e condroitina.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico della dislocazione dell'estremità acromiale della clavicola viene effettuato con lesioni gravi o inefficacia della terapia conservativa. Nella maggior parte dei casi vengono utilizzate tecniche invasive. La clavicola è fissata nella sua posizione naturale con ferri da maglia, viti o bottoni in metallo. In precedenza, il primo metodo era praticato per la sua semplicità e basso costo. Ma il fissaggio con ferri da maglia in metallo in alcuni casi non porta al restauro dei legamenti che collegano la parte clavicolare esterna all'estremità acromiale della scapola. Metodi più affidabili sono:

  • il fissaggio con viti fornisce un fissaggio affidabile, impedisce dislocazioni ripetute. Gli svantaggi del metodo includono una certa diminuzione del volume di movimento della clavicola e, di conseguenza, delle mani;
  • La fissazione dei bottoni è il metodo di fissaggio più affidabile. Dopo la sua implementazione, l'attività funzionale viene completamente ripristinata. L'unico aspetto negativo di questo metodo è che dopo aver cucito i bottoni ci sono tracce.
Leggi l\'articolo:  Spruzzare i sintomi delle dita

Con una dislocazione dell'estremità acromiale della clavicola, i traumatologi prescrivono immediatamente un'operazione chirurgica.

La fissazione con le bende è inaffidabile: anche un leggero movimento della mano può provocare una dolorosa ricaduta. In alcuni casi, i legamenti danneggiati vengono sostituiti con strutture articolari artificiali in materiali sintetici.

Quando si sceglie una tecnica di trattamento, il medico tiene conto di molti fattori. Valuta lo stato generale di salute del paziente e il grado di danno tissutale, la velocità del loro recupero, che dipende dall'età. Se il traumatologo insiste sull'intervento chirurgico, è meglio fidarsi della sua esperienza per non soffrire di ripetute lesioni frequenti in futuro.

Shishkevich Vladimir - opinione ortopedica sulla crema di Hondrostrong

Shishkevich Vladimir, ortopedico - traumatologo, caporedattore del progetto ExpertNews.

Ho curato malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale per molti anni. Posso tranquillamente affermare che le articolazioni sono sempre curabili, anche in età avanzata.

Hondrostrong è un farmaco innovativo progettato per combattere le malattie articolari. Aiuta con artrite, artrosi e altre malattie. Grazie all'uso della crema, la mobilità articolare ritorna rapidamente. Il tessuto cartilagineo danneggiato viene rigenerato, il che impedisce l'ulteriore sviluppo del problema.

Hondrostrong - gel per articolazioni e colonna vertebrale

Il nostro centro medico è stato il primo a ricevere l'accesso certificato alle più recenti medicine per osteocondrosi e dolori articolari - Hondrostrong. Ti confesso che quando ne ho sentito parlare per la prima volta, ho solo riso perché non credevo nella sua alta efficienza.

Ma sono rimasto stupito quando abbiamo finito i test: 4567 persone erano completamente guarite dalle malattie degli organi del sistema muscolo-scheletrico, che è più del 94% di tutti i soggetti, il 5,6% ha riscontrato un miglioramento significativo e solo lo 0,4% non ha notato alcun miglioramento.

La crema hondrostrong ti consente di dimenticare il dolore alla schiena e alle articolazioni il più presto possibile, letteralmente dopo 4 giorni di utilizzo, e anche le patologie molto complesse possono essere curate entro due mesi. Inoltre, il produttore di questo prodotto offre ora 50% di sconto del costo totale della crema Hondrostrong.

ExpertNews Italia