Danni al corno anteriore del menisco laterale

Il menisco laterale funge da ammortizzatore, impedisce l'attrito delle superfici ossee e mantiene la stabilità articolare. Si trova fuori dalla rotula e ha una maggiore mobilità rispetto alla cartilagine interna. Questo aiuta a ridurre il rischio di lesioni. La causa più comune di danno al menisco esterno è la rotazione, in cui la parte inferiore della gamba ruota verso l'interno. Con una forte estensione del ginocchio, può essere ferito anche un eccessivo rapimento della tibia.

Raramente vengono rilevati danni diretti che si verificano quando si colpisce una superficie dura o si cade da un'altezza. Tuttavia, quando si ripresentano, si sviluppa un processo patologico cronico, che porta a una rottura del corpo del menisco laterale. Reumatismi e artrosi portano alla distruzione della cartilagine, che influisce negativamente sulla funzione dell'articolazione.

Cause e segni di lesioni

Il danno al corno anteriore del menisco esterno si sviluppa in 2 fasi:

Nelle prime fasi, è abbastanza difficile fare una diagnosi corretta, che è associata alla presenza di segni di infiammazione non specifica caratteristica di altre malattie articolari. Dopo aver ricevuto una lesione, appare un forte dolore al ginocchio, che aiuta a ridurre la mobilità. Aumentano quando si cammina e si accovaccia, un fenomeno simile chiamato blocco dell'articolazione.

Le lesioni nella maggior parte dei casi sono considerate simultanee. I danni più comuni sono:

Si osserva una rottura completa del menisco laterale dell'articolazione del ginocchio in presenza di alterazioni infiammatorie o degenerative. La terapia conservativa con danni minori contribuisce a un rapido recupero. La fase acuta termina in 14-21 giorni, i sintomi si attenuano, si sviluppa un vero quadro clinico della lesione.

I principali sintomi del divario:

  • dolore costante, aggravato dal movimento;
  • infiammazione della membrana sinoviale.

Viene rilevata la presenza di liquido e il blocco parziale del ginocchio. Conferma la diagnosi raccogliendo l'anamnesi e conducendo test del dolore.

Diagnosi del danno

Un ruolo importante è svolto dalla descrizione del processo di lesione. La rottura orizzontale del corno posteriore della cartilagine laterale contribuisce estremamente raramente a ridurre la mobilità articolare. Ci sono sintomi di spostamento e compressione della cartilagine, un suono specifico quando si piega il ginocchio.

Con lesioni del menisco esterno, il paziente avverte dolore nello spazio articolare, che aumenta quando la parte inferiore della gamba ruota verso l'interno. Un esame iniziale consente di rilevare gonfiore e infiltrazione, in cui il ginocchio aumenta bruscamente di dimensioni.

Questi segni possono apparire anche con altre malattie delle articolazioni, il che complica notevolmente la diagnosi. I test del dolore per le lesioni della cartilagine esterna spesso danno risultati negativi. Inoltre, il blocco non si sviluppa sempre. La procedura diagnostica più informativa è considerata un esame radiografico, che consente di identificare il restringimento dello spazio articolare e i sintomi dell'artrosi.

Alcune difficoltà nel determinare la natura della lesione possono verificarsi se il menisco esterno è di forma irregolare o se si osservano segni di infiammazione cronica. In tali casi, viene prescritta un'artrotomia diagnostica.

Attività terapeutiche

Il trattamento della rottura del menisco esterno inizia con il trattamento antisettico dell'area interessata e l'applicazione di una benda stretta. Dovrai rinunciare all'attività lavorativa per un po '. Con lesioni lievi, può essere prescritto un trattamento conservativo, con processi patologici cronici, è indicato l'intervento chirurgico.

Con l'accumulo di sangue nella cavità sinoviale, viene eseguita una puntura, prima della quale viene somministrata un'iniezione intra-articolare di novocaina. Successivamente, il ginocchio viene fissato con un calco in gesso con un anello di garza. Devo indossarlo per almeno una settimana.

Il periodo di recupero inizia tra qualche giorno. In questo momento, esegui esercizi volti a rafforzare i muscoli della coscia e mantenere la mobilità della caviglia. Dopo la rimozione del gesso, vengono prescritte procedure fisioterapiche:

In assenza di dolore, sono ammessi esercizi di carico. L'allenamento viene effettuato in ginocchiere o bende elastiche.

La terapia conservativa può includere iniezioni di idrocortisone, in particolare per lesioni croniche.

Se queste procedure non danno risultati, la rottura del corno anteriore della cartilagine laterale dovrà essere trattata chirurgicamente.

La rimozione tempestiva del menisco distrutto impedisce lo sviluppo di artrosi, sinovite, debolezza muscolare e instabilità della rotula.

La cartilagine danneggiata viene rimossa completamente, poiché la presenza di residui di tessuto può portare a lesioni ripetute con maggiore sforzo fisico. Attualmente, le operazioni artroscopiche stanno diventando più comuni. Dopo l'intervento chirurgico, la cavità articolare viene trattata con una soluzione antisettica, la membrana sinoviale viene suturata.

Fase di recupero

All'inizio, un arto è posto su una collina; la riabilitazione non implica una fasciatura stretta. Il gesso viene utilizzato in presenza di sangue nella cavità sinoviale, nel lungo decorso del processo infiammatorio e nei cambiamenti degenerativi nei tessuti. Longuet deve essere indossato per 3 giorni, per 2 giorni, sono ammessi semplici esercizi.

Dopo aver rimosso i punti, puoi camminare usando le stampelle o un bastone. La durata media del trattamento ospedaliero è di 21 giorni. Dopo questo periodo, il paziente viene dimesso sotto la supervisione di un traumatologo che continua la terapia di mantenimento.

I segni di recupero comprendono il ripristino delle funzioni articolari, un aumento del tono muscolare e della resistenza.

I tempi della riabilitazione dipendono in gran parte dalla natura della lesione, dalle condizioni generali del corpo, dalla presenza di patologie concomitanti. Nel primo anno dopo l'infortunio mentre si cammina, si consiglia di utilizzare dispositivi di assistenza.

Stadi di danno del menisco

I danni alle strutture della cartilagine nell'articolazione del ginocchio si verificano a causa di lesioni e a causa del diradamento causato dall'invecchiamento naturale. Il grado di danno al menisco è una sorta di indicatore della gravità del processo degenerativo. I criteri fisiologici corrispondenti alla distruzione della cartilagine del ginocchio in una determinata fase della malattia aiutano a fare una diagnosi accurata e scegliere la terapia giusta per ogni singolo caso.

Cause di danni

La rottura del menisco si verifica in persone di varie fasce d'età. Nei giovani pazienti, le lesioni della cartilagine hanno le caratteristiche della malattia di base, mentre nelle persone più mature sono di natura secondaria – accompagnano i naturali processi di invecchiamento delle articolazioni. La rottura della cartilagine accompagnata da dolore si verifica per i seguenti motivi:

  • Lesioni. Crepe e lacrime si verificano con un forte movimento del ginocchio dentro o fuori, con squat profondi, dossi, cadute, sollevamento pesi. Il menisco laterale dell'articolazione del ginocchio (esterno) può essere spostato dall'azione meccanica, quindi è meno probabile che venga ferito. Le statistiche mediali (interne) soffrono molto più spesso, poiché sono saldamente fissate dai legamenti.
  • Cambiamenti degenerativi legati all'età. Con l'invecchiamento, l'articolazione si consuma gradualmente e perde elasticità.
  • Peso in eccesso. L'aumento del peso corporeo aumenta il carico sull'articolazione del ginocchio, contribuisce all'usura della cartilagine e aumenta il rischio di rottura.
  • Infiammazione cronica
  • Gotta, reumatismi.

Tipi di lacrime del menisco

Le opzioni per danni alla cartilagine del ginocchio secondo vari criteri sono mostrate nella tabella:

ClassificazioneDanno
Un tipomediano
Laterale
LocalizzazioneCorpo del menisco
Tromba anteriore o posteriore
Complesso
Il grado di violazione della biomeccanica dell'articolazioneStabile
Instabile
Abilità di recupero COMPLETE
Usando l'operazione
Non ripristinato
Il rapporto del gap con il piano trasversale sulla risonanza magnetica nella proiezione sagittaleOrizzontale
Verticale
Relazione con la superficie del meniscoTrasversale (radiale)
storto
Longitudinale
moduloAnnaffiatoio può gestire
Patchwork
Dal tipo di "becco di un pappagallo"

Gradi e sintomi di Stoller

Per rendere più conveniente la navigazione dei medici nel valutare lo stato della cartilagine, l'ortopedico americano David Stoller ha identificato diversi gradi di gravità.

Lo stadio di distruzione del menisco viene determinato utilizzando la diagnostica RM, che si basa su un cambiamento nell'intensità dei segnali al rilevamento di anomalie nei tessuti meniscali in una o più aree. Più intenso è il segnale, maggiore è il contrasto dell'area danneggiata evidenziata sullo schermo con un'immagine tridimensionale dell'articolazione. Molto spesso, i problemi sono registrati nella cartilagine mediale (interna), dove oltre i 2/3 di tutte le lesioni sono nel corno. Secondo Stoller, lo stato del menisco è diviso in 3 gradi.

Shishkevich Vladimir - opinione ortopedica sulla crema di Hondrostrong

Shishkevich Vladimir, ortopedico - traumatologo, caporedattore del progetto ExpertNews.

Ho curato malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale per molti anni. Posso tranquillamente affermare che le articolazioni sono sempre curabili, anche in età avanzata.

Hondrostrong è un farmaco innovativo progettato per combattere le malattie articolari. Aiuta con artrite, artrosi e altre malattie. Grazie all'uso della crema, la mobilità articolare ritorna rapidamente. Il tessuto cartilagineo danneggiato viene rigenerato, il che impedisce l'ulteriore sviluppo del problema.

Hondrostrong - gel per articolazioni e colonna vertebrale

Il nostro centro medico è stato il primo a ricevere l'accesso certificato alle più recenti medicine per osteocondrosi e dolori articolari - Hondrostrong. Ti confesso che quando ne ho sentito parlare per la prima volta, ho solo riso perché non credevo nella sua alta efficienza.

Ma sono rimasto stupito quando abbiamo finito i test: 4567 persone erano completamente guarite dalle malattie degli organi del sistema muscolo-scheletrico, che è più del 94% di tutti i soggetti, il 5,6% ha riscontrato un miglioramento significativo e solo lo 0,4% non ha notato alcun miglioramento.

La crema hondrostrong ti consente di dimenticare il dolore alla schiena e alle articolazioni il più presto possibile, letteralmente dopo 4 giorni di utilizzo, e anche le patologie molto complesse possono essere curate entro due mesi. Inoltre, il produttore di questo prodotto offre ora 50% di sconto del costo totale della crema Hondrostrong.

fase iniziale

I danni al menisco mediale di 1 ° grado secondo Stoller causano segnali focali irregolari durante la scansione. La patologia è localizzata nella parte interna della cartilagine e non influisce sul guscio esterno. Nella fase iniziale, le lesioni sono insignificanti, i problemi con il menisco sono indicati da vari dolori, particolarmente evidenti dopo una lunga camminata e quando si sale le scale. Si sente uno scricchiolio al ginocchio quando piegato.

Leggi l\'articolo:  Cause, sintomi e trattamento dell'artrite reattiva

2 gradi di cambiamento

Il danno al menisco interno di 2 gradi secondo Stoller è caratterizzato da segnali lineari o focali ad alta intensità con localizzazione dal centro ai bordi della cartilagine, che non si estende oltre la sua superficie. Ciò significa che si è verificata una distruzione incompleta del tessuto senza frammentazione. Il danno al menisco di 2 ° grado si manifesta con dolore all'articolazione con ogni movimento della gamba ed è accompagnato da uno scricchiolio, clic. Sono possibili gonfiore e arrossamento della pelle.

Si rompe di 3 gradi

Nell'ultima fase, l'integrità anatomica del menisco è completamente distrutta. Con questa patologia, i segnali iperintensivi appaiono in diverse aree, raggiungendo i bordi della membrana della cartilagine e raggiungendo la superficie. Una persona soffre di forti dolori, non può piegare o raddrizzare la gamba. Compaiono gonfiore, arrossamento e sinovite

Trattamento di un menisco

La scelta della terapia appropriata per un particolare paziente si basa su una combinazione di diversi fattori: età, malattie concomitanti, caratteristiche e grado di rottura. Considerando tutti i dati ottenuti durante la diagnosi, il medico prescrive il trattamento conservativo appropriato se la struttura cartilaginea non viene distrutta, non vi è alcun pizzicamento, spostamento, non vi sono rotture dei legamenti e i tessuti del menisco sono fusi.

Trattamento con 2 gradi di danno

La terapia conservativa comporta danni degenerativi al menisco di 2 ° grado secondo Stoller, se le rotture sono insignificanti (non più di 10 mm), l'articolazione rimane stabile e il sito ha un buon apporto di sangue. Dei farmaci, vengono prescritti condroprotettori per aiutare a rigenerare e migliorare il metabolismo dell'articolazione. I processi infiammatori vengono fermati dai FANS, con forte dolore, vengono prescritti analgesici. I danni al corno posteriore del menisco mediale di 2 ° grado vengono eliminati usando tecniche artroscopiche con il metodo della sutura del menisco – collegando parti della cartilagine mediante cuciture vuote. Per le aree prive di vasi sanguigni, si consiglia il secondo metodo: resezione parziale (rimozione parziale) dei tessuti distrutti.

Trattamento con 3 gradi di danno

Nell'ultima fase, è indicata un'operazione chirurgica – menisectomia parziale o completa. (nei casi più gravi), tuttavia, i medici cercano sempre di preservare il più possibile il tessuto cartilagineo, poiché l'assenza di un menisco porta allo sviluppo dell'osteoartrosi. Se la rimozione non può essere evitata, al paziente viene offerto il trapianto di un menisco donatore o di un impianto di collagene,

A seconda del grado di danno, sono prescritte ulteriori misure di riabilitazione per il restauro finale dell'articolazione del ginocchio.

La ginnastica terapeutica è sviluppata da un riabilitologo che seleziona il carico, data la complessità delle lacrime e la categoria di età del paziente, al fine di rafforzare i muscoli e stabilizzare il ginocchio. Il fisioterapista stabilisce i tipi di procedure e il numero richiesto di sessioni necessarie per ciascun paziente per ripristinare la circolazione sanguigna e il metabolismo. La fisioterapia comprende elettroforesi con Lidasi, ultrasuoni, magnetoterapia, miostimolazione, trattamento laser, massaggio e agopuntura per migliorare il flusso sanguigno verso gli organi danneggiati.

Menisco laterale del ginocchio

Il tessuto cartilagineo che copre la maggior parte della testa tibiale e ha una forma semicircolare è chiamato menisco laterale. Serve per l'interazione completa delle superfici ossee e funge da ammortizzatore a supporto della fissazione del ginocchio. Danni di vario genere vanno sempre dolorosamente, peggiorando significativamente la qualità della vita umana. In alcuni casi, tale danno immobilizza completamente la gamba e provoca una serie di complicazioni.

Eziologia

Il danno al menisco è spesso ottenuto da un danno meccanico indiretto, combinato o contusione, che è la causa principale di questa condizione. Con un'esposizione aggressiva, la parte inferiore della gamba si piega verso l'interno, il menisco dell'articolazione del ginocchio si allunga in una forma innaturale e si verifica una rottura o una rottura completa della struttura. Questo fenomeno si ottiene con una forte torsione delle gambe con l'uso del carico su di essa. La posizione anormale dell'osso provoca una forte tensione, che di conseguenza porta a forti dolori e microtraumi. Inoltre, una forte estensione della gamba e un eccessivo abduzione della parte inferiore della gamba possono influenzare il menisco laterale. Meno comune è la patologia a causa di un colpo diretto di un oggetto pesante o di un angolo, ma se il caso si ripresenta, il menisco sarà completamente danneggiato. Le malattie di natura reumatica influiscono anche negativamente sulla condizione delle fibre di cartilagine.

Nei pazienti anziani si osserva spesso un danno al menisco laterale dell'articolazione del ginocchio. I cambiamenti legati all'età accelerano il processo di alterazioni degenerative-distrofiche, pertanto i tessuti perdono relativamente la loro elasticità e sono più inclini al trauma. Il danno nella maggior parte dei casi è definito come simultaneo, in cui si verificano contemporaneamente il legamento crociato anteriore e la rottura del menisco esterno. Ragioni principali:

Sintomi di disturbo

La rottura del menisco mediale si verifica a causa della scarsa mobilità di una persona. Una bassa attività articolare e una scarsa afflusso di sangue portano a danni alla piastra della cartilagine interna, che non possono essere trattati con farmaci. Il danno al corno anteriore del menisco laterale è accompagnato da sintomi spiacevoli che influenzano negativamente le condizioni del paziente e la sua capacità di muoversi liberamente. Le manifestazioni cliniche sono caratterizzate da due tipi:

Una visita tempestiva da un medico aiuterà a evitare complicazioni e completa immobilizzazione dell'articolazione.

In tutti i casi, il paziente soffre di forti dolori prolungati, che si intensificano con il carico. Il tipo cronico è caratterizzato da un dolore costante con la minima manipolazione dell'arto e a riposo. Spesso c'è un versamento nell'articolazione del ginocchio, la formazione di una cisti. Nel tipo acuto della malattia, i sintomi diminuiscono nel tempo e il dolore scompare da solo, ma con un danno cronico, l'infiltrazione appare nel ginocchio e l'arto è completamente immobilizzato. Caratteristiche principali:

Una frequente manifestazione della patologia può essere il dolore nell'area articolare.

  • dolore;
  • una sensazione di ossa rotolanti sotto il ginocchio;
  • la sensazione di un oggetto estraneo sotto la tazza;
  • gonfiore;
  • aumento della temperatura locale;
  • mobilità limitata.

Diagnostica Ultrasuoni

Una descrizione dettagliata della lesione diventa una priorità nel processo di diagnosi. Il corno anteriore con danni limita più chiaramente la mobilità della gamba, in contrasto con la parte posteriore, quindi è necessario indicare con precisione il luogo del dolore e dello shock. All'esame iniziale, è possibile determinare gonfiore e infiltrazione, che aumentano visivamente il ginocchio. Simili segni di danno sono caratteristici di altri tipi di malattie, il che complica notevolmente la diagnosi. Anche i test del dolore spesso non danno un risultato, quindi un modo efficace per determinare lo stato del menisco e ridurre il divario articolare è:

Trattamento della lesione

Il metodo di terapia determina il grado di danno e le condizioni del menisco. Il risultato della terapia dipende da molti fattori, come l'età del paziente, la presenza di meniscopatia, i processi infiammatori, i processi degenerativi e la zona del trauma. Esistono due tipi principali di trattamento: conservativo e chirurgico. Il pronto soccorso per i danni consiste nell'organizzare il riposo per una gamba dolorante, è possibile applicare un impacco freddo. Se c'è una rottura completa, il dolore sarà insopportabile, quindi l'uso di antidolorifici è un modo efficace per eliminare il sintomo.

Leggi l\'articolo:  Dolore al collo sul lato sinistro della causa ed effetto

Tradizionale

La tecnica conservativa è efficace per lesioni lievi e rotture di natura radiale o per ferire il corno, che non causa dolore e immobilizzazione gravi. Soddisfare tutti i requisiti ti consente di affrontare efficacemente il problema e il processo di guarigione sarà indolore. Per alleviare il dolore, vengono prescritti FANS e agenti antibatterici che resistono alle infezioni e allo sviluppo dell'infiammazione. La terapia tradizionale si basa su un approccio integrato al trattamento del danno ed è costituita dalle seguenti regole:

  • L'immobilizzazione completa dell'articolazione non è consentita.
  • Utilizzare una benda o un longet di supporto morbido.
  • Si consiglia di camminare con le stampelle per limitare il carico sulla gamba.
  • Puntura articolare spesso usata.
  • L'igiene della pelle sotto la benda viene preservata per prevenire reazioni asettiche.

Laser Chirurgia

Gli interventi chirurgici vengono eseguiti in caso di rottura completa con formazione di una cisti e accumulo di liquido. La comparsa di uno scricchiolio o un clic durante le manipolazioni con la gamba, il completo blocco dell'articolazione, l'incapacità di muovere l'arto e un forte dolore sono le principali indicazioni per l'operazione. Inoltre, il metodo chirurgico viene eseguito se la terapia tradizionale non ha dato i risultati attesi e le condizioni del ginocchio sono peggiorate. In caso di rottura completa, è importante intervenire nel tempo, poiché il frammento strappato cancella la cartilagine nel tempo, si ammorbidisce e può essere cancellato fino all'osso. L'operazione moderna non prevede la completa rimozione del menisco, ma solo la parte strappata viene ritirata. Il menisco esterno è spesso operato con il metodo artroscopico, con un trauma minimo alla pelle.

Prevenzione

Le precauzioni dovrebbero essere prese seriamente dalle persone le cui attività sono associate all'attività fisica, agli atleti e a coloro che sono costretti a sedersi per lunghi periodi. La regola principale per prevenire la rottura del menisco è l'assenza di situazioni traumatiche. Evitare casi pericolosi di lividi o distorsioni. È importante distribuire correttamente il carico sulle gambe per evitare il superlavoro. Ginnastica periodicamente raccomandata per lo sviluppo di articolazioni articolari. Prima di un duro lavoro fisico vale la pena riscaldare i muscoli e riscaldare le gambe. Si consiglia di evitare l'ipotermia, è necessario trattare completamente e correttamente le lesioni dei tessuti o delle articolazioni della cartilagine. Al primo segno di una sensazione insolita al ginocchio, si consiglia di consultare un medico.

Rottura del menisco laterale del ginocchio

Il menisco laterale dell'articolazione del ginocchio è una struttura cartilaginea mobile esterna che funge da stabilizzatore e ammortizzatore nell'articolazione. Come dimostra la pratica, è meno probabile che sia ferito rispetto alla controparte interna, ma l'autolesionismo è spesso combinato, con varie complicazioni secondarie.

Sintomi di una rottura del menisco

Il menisco laterale dell'articolazione del ginocchio è meno suscettibile a varie lesioni rispetto alle strutture della cartilagine interna a causa della sua grande mobilità, nonostante ciò, i diagnostici identificano regolarmente patologie simili nei pazienti.

In questo caso, le cause più comuni sono le lesioni indirette o combinate, in cui la parte inferiore della gamba gira all'interno. Inoltre, quando piegato, possono formarsi danni al menisco esterno sullo sfondo di frequenti estensioni delle gambe affilate, nonché a causa di un eccessivo abduzione della parte inferiore della gamba.

Nel caso generale, la vittima è preoccupata per il dolore nella posizione specificata, che viene aggravato durante l'estensione dell'articolazione con una grande ampiezza. In questo caso, l'edema può essere insignificante o assente del tutto se la lesione al ginocchio ha un primo o un secondo grado di gravità.

Con la fine del periodo acuto della patologia, i suoi sintomi cambiano. In particolare, si formano dolore regolare e infiammazione della capsula, blocco articolare e talvolta si forma un versamento.

Diagnostica medica

Nel contesto della potenziale ricerca di una lesione dell'articolazione del ginocchio correlata al menisco laterale, lo specialista nel campo effettua una diagnosi completa di una possibile patologia.

Le misure diagnostiche includono:

  • La prima accoglienza della vittima. Vengono registrati i reclami e l'anamnesi del paziente, vengono chiarite le circostanze della lesione, viene eseguita la palpazione della localizzazione del problema e, se necessario, un test manuale per la stabilità articolare nel suo insieme;
  • Radiologia. È prescritto per sospetti cambiamenti patologici gravi nell'articolazione sotto forma di lesioni ossee. L'esame radiografico viene eseguito in due proiezioni, tuttavia, non consente di rilevare il danno direttamente, ma solo da segni indiretti;
  • Procedura ad ultrasuoni. La procedura ad ultrasuoni consente di monitorare la cavità dell'articolazione del ginocchio per la presenza di liquido sinoviale o di sangue al suo interno, nonché di visualizzare lo stato dei tessuti molli adiacenti;
  • TAC. Un metodo avanzato di utilizzo dei raggi X per la scansione strato per strato dei tessuti dell'articolazione del ginocchio, seguito dall'elaborazione dei risultati utilizzando un software moderno. Una risoluzione sufficientemente elevata dell'attrezzatura consente di valutare qualitativamente e quantitativamente le condizioni di ossa, tendini e legamenti crociati, nonché di rilevare patologie del menisco grossolane;
  • Imaging a risonanza magnetica. La tecnica non invasiva più qualitativa per il monitoraggio dello stato del menisco dell'articolazione del ginocchio. La procedura consiste nella scansione strato per strato della localizzazione usando un campo magnetico e l'effetto della risonanza nucleare nel quadro dell'eccitazione di protoni e nuclei di atomi di idrogeno. Un gruppo di sensori acquisisce i risultati e l'utilizzo dell'elaborazione digitale fornisce un'immagine di alta precisione dello stato di tutti i componenti dell'articolazione del ginocchio;
  • Artroscopia In situazioni piuttosto difficili con l'inefficacia di tutte le precedenti tecniche diagnostiche, uno specialista può decidere di eseguire l'artroscopia. È una tecnica mini-invasiva per una revisione visiva diretta della cavità intraarticolare e delle strutture del ginocchio disponibili eseguendo una puntura e mantenendo un artroscopio al suo interno.

Funzionalità di danneggiamento

La moderna pratica clinica ci consente di diagnosticare non solo la gravità del danno, ma anche la natura della lesione. In generale, può essere acuto o cronico.

Il primo è associato all'attività fisica da shock in un contesto di una serie di circostanze avverse. Il secondo agisce principalmente come conseguenza di lesioni croniche non sufficientemente curate dal punto di vista qualitativo, nonché di processi degenerativi-distrofici.

Rottura del corno del menisco laterale

La rottura del corno posteriore del menisco laterale dell'articolazione del ginocchio (destra, sinistra) è il tipo più caratteristico di danno alla struttura della cartilagine. Ma allo stesso tempo, la patologia stessa può essere longitudinale, radiale o combinata, che corrisponde alla rottura orizzontale, trasversale e obliqua, nonché complessa.

È impossibile rilevare una chiara localizzazione della lesione traumatica durante l'esame iniziale da parte di uno specialista. A tal fine, il medico prescrive ulteriori metodi strumentali di ricerca, in particolare radiografia, ultrasuoni, risonanza magnetica, tomografia computerizzata e, se necessario, artroscopia.

Rottura del corno anteriore del menisco laterale

Questo tipo di patologia è meno comune del danno al corno in considerazione delle specifiche di ricevere il trauma del menisco esterno stesso. Per analogia con le precedenti variazioni di localizzazione, il divario può essere radiale, longitudinale o combinato.

I sintomi del problema sono identici sotto forma di dolore, formazione di edema ed emorragie interne. Inoltre, il blocco della composizione non si verifica quasi mai con lesioni da lievi a moderate.

La rottura del menisco esterno dell'articolazione del ginocchio viene trattata sia chirurgicamente che conservativamente. La scelta specifica di un regime terapeutico è determinata da uno specialista e dipende da fattori esterni e interni, nonché dalla presenza di problemi concomitanti.

La rottura laterale del menisco per tipo di irrigazione può gestire

Uno dei tipi più gravi di lesioni specifiche è una lacrima "annaffiatoio". Questa modificazione patologica strutturale piuttosto complessa del tessuto cartilagineo colpisce la maggior parte della parte centrale del menisco esterno.

Oltre al corpo cartilagineo principale, una lunga linea a volte tortuosa può attraversare zone vascolari, avascolari e di transizione.

Inoltre, sotto forma di chirurgia a cielo aperto, poiché l'artroscopia, nonostante la sua piccola invasività, non sempre consente la cucitura del menisco danneggiato di un volume così grande, la sua sostituzione e rimozione di endoprotesi, nonché il posizionamento di plastica e impianto.

Rottura radiale del menisco laterale

Un tipo abbastanza raro, ma caratteristico di processo patologico, che può essere associato a lesioni acute e processi degenerativi-distrofici nella fase cronica. La violazione di integrità si verifica nella parte centrale del menisco esterno perpendicolare al piano basale della struttura cartilaginea con trauma alle fibre radiali che vanno verso il bordo laterale.

Leggi l\'articolo:  L'osteoporosi del ginocchio è la verità su una malattia mitica

Ecco perché la chirurgia rimane il metodo di trattamento predominante, con la conduzione parallela della terapia conservativa nel periodo acuto del problema. Le misure di riabilitazione comprendono l'uso di dispositivi di immobilizzazione sotto forma di colletto, ortesi, tutore o teip, varie fisioterapia, procedure di massaggio ed esercizi di terapia fisica.

Trattamento di processi patologici

Indipendentemente dalle circostanze, uno schema terapeutico specifico per il trattamento futuro è prescritto esclusivamente da uno specialista dopo una diagnosi completa della gravità e della natura della patologia, con l'obbligo di prendere in considerazione le caratteristiche individuali del corpo della vittima, la presenza di possibili complicanze e altri fattori.

Il trattamento della rottura del menisco laterale dell'articolazione del ginocchio comprende le seguenti azioni:

  • Grado facile. Viene principalmente utilizzata la terapia conservativa con l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei e condroprotettori che migliorano i processi metabolici delle strutture cartilaginee e ne facilitano il recupero. Inoltre, l'articolazione del ginocchio è parzialmente immobilizzata con l'aiuto di ortesi, teip e altri dispositivi;
  • Medio grado. Anche il trattamento conservativo è la base, ma l'elenco di possibili farmaci può essere ampliato tenendo conto delle complicanze tipiche, ad esempio infezioni batteriche secondarie, necessità di ricostituire il corpo con alcune sostanze utili, usando complessi vitaminico-minerali, migliorare la circolazione periferica, e così via. La pratica obbligatoria è la fisioterapia, il massaggio e la terapia fisica nel quadro delle principali misure di riabilitazione dopo la fine del periodo acuto;
  • Laurea severa. Con lesioni traumatiche di 3 ° grado, spesso la patologia è anche accompagnata da una violazione dei legamenti crociati, tendini e talvolta ossa.

Cosa succederà se la lesione non viene curata

Alcuni "esperti popolari" senza una formazione medica sostengono che le lesioni del menisco non dovrebbero essere curate dai medici, poiché questo tipo di lesione scompare facilmente da solo dopo un po 'di tempo.

C'è una piccola quantità di verità in questa affermazione, ma alla fine, la vittima può ricevere molti più problemi a medio termine che con un trattamento tempestivo per assistenza medica.

Come dimostra la pratica clinica, dopo due o tre settimane, le principali manifestazioni esterne negative della patologia sotto forma di dolore, gonfiore e altri sintomi svaniscono o scompaiono del tutto.

Il menisco diventa sempre più denso, spesso ferito ripetutamente dopo uno sforzo fisico minore sull'articolazione del ginocchio. Inoltre, la presenza di complicanze insieme a un trauma di lunga data provoca processi degenerativi-distrofici nel ginocchio, che richiedono un intervento chirurgico obbligatorio con una certa probabilità di disabilità del paziente se le misure appropriate falliscono.

Victor Sistemov – esperto di 1Travmpunkt

Stadi di danno del menisco

I danni alle strutture della cartilagine nell'articolazione del ginocchio si verificano a causa di lesioni e a causa del diradamento causato dall'invecchiamento naturale. Il grado di danno al menisco è una sorta di indicatore della gravità del processo degenerativo. I criteri fisiologici corrispondenti alla distruzione della cartilagine del ginocchio in una determinata fase della malattia aiutano a fare una diagnosi accurata e scegliere la terapia giusta per ogni singolo caso.

Cause di danni

La rottura del menisco si verifica in persone di varie fasce d'età. Nei giovani pazienti, le lesioni della cartilagine hanno le caratteristiche della malattia di base, mentre nelle persone più mature sono di natura secondaria – accompagnano i naturali processi di invecchiamento delle articolazioni. La rottura della cartilagine accompagnata da dolore si verifica per i seguenti motivi:

  • Lesioni. Crepe e lacrime si verificano con un forte movimento del ginocchio dentro o fuori, con squat profondi, dossi, cadute, sollevamento pesi. Il menisco laterale dell'articolazione del ginocchio (esterno) può essere spostato dall'azione meccanica, quindi è meno probabile che venga ferito. Le statistiche mediali (interne) soffrono molto più spesso, poiché sono saldamente fissate dai legamenti.
  • Cambiamenti degenerativi legati all'età. Con l'invecchiamento, l'articolazione si consuma gradualmente e perde elasticità.
  • Peso in eccesso. L'aumento del peso corporeo aumenta il carico sull'articolazione del ginocchio, contribuisce all'usura della cartilagine e aumenta il rischio di rottura.
  • Infiammazione cronica
  • Gotta, reumatismi.

Tipi di lacrime del menisco

Le opzioni per danni alla cartilagine del ginocchio secondo vari criteri sono mostrate nella tabella:

ClassificazioneDanno
Un tipomediano
Laterale
LocalizzazioneCorpo del menisco
Tromba anteriore o posteriore
Complesso
Il grado di violazione della biomeccanica dell'articolazioneStabile
Instabile
Abilità di recupero COMPLETE
Usando l'operazione
Non ripristinato
Il rapporto del gap con il piano trasversale sulla risonanza magnetica nella proiezione sagittaleOrizzontale
Verticale
Relazione con la superficie del meniscoTrasversale (radiale)
storto
Longitudinale
moduloAnnaffiatoio può gestire
Patchwork
Dal tipo di "becco di un pappagallo"

Gradi e sintomi di Stoller

Per rendere più conveniente la navigazione dei medici nel valutare lo stato della cartilagine, l'ortopedico americano David Stoller ha identificato diversi gradi di gravità.

Lo stadio di distruzione del menisco viene determinato utilizzando la diagnostica RM, che si basa su un cambiamento nell'intensità dei segnali al rilevamento di anomalie nei tessuti meniscali in una o più aree. Più intenso è il segnale, maggiore è il contrasto dell'area danneggiata evidenziata sullo schermo con un'immagine tridimensionale dell'articolazione. Molto spesso, i problemi sono registrati nella cartilagine mediale (interna), dove oltre i 2/3 di tutte le lesioni sono nel corno. Secondo Stoller, lo stato del menisco è diviso in 3 gradi.

fase iniziale

I danni al menisco mediale di 1 ° grado secondo Stoller causano segnali focali irregolari durante la scansione. La patologia è localizzata nella parte interna della cartilagine e non influisce sul guscio esterno. Nella fase iniziale, le lesioni sono insignificanti, i problemi con il menisco sono indicati da vari dolori, particolarmente evidenti dopo una lunga camminata e quando si sale le scale. Si sente uno scricchiolio al ginocchio quando piegato.

2 gradi di cambiamento

Il danno al menisco interno di 2 gradi secondo Stoller è caratterizzato da segnali lineari o focali ad alta intensità con localizzazione dal centro ai bordi della cartilagine, che non si estende oltre la sua superficie. Ciò significa che si è verificata una distruzione incompleta del tessuto senza frammentazione. Il danno al menisco di 2 ° grado si manifesta con dolore all'articolazione con ogni movimento della gamba ed è accompagnato da uno scricchiolio, clic. Sono possibili gonfiore e arrossamento della pelle.

Si rompe di 3 gradi

Nell'ultima fase, l'integrità anatomica del menisco è completamente distrutta. Con questa patologia, i segnali iperintensivi appaiono in diverse aree, raggiungendo i bordi della membrana della cartilagine e raggiungendo la superficie. Una persona soffre di forti dolori, non può piegare o raddrizzare la gamba. Compaiono gonfiore, arrossamento e sinovite

Trattamento di un menisco

La scelta della terapia appropriata per un particolare paziente si basa su una combinazione di diversi fattori: età, malattie concomitanti, caratteristiche e grado di rottura. Considerando tutti i dati ottenuti durante la diagnosi, il medico prescrive il trattamento conservativo appropriato se la struttura cartilaginea non viene distrutta, non vi è alcun pizzicamento, spostamento, non vi sono rotture dei legamenti e i tessuti del menisco sono fusi.

Trattamento con 2 gradi di danno

La terapia conservativa comporta danni degenerativi al menisco di 2 ° grado secondo Stoller, se le rotture sono insignificanti (non più di 10 mm), l'articolazione rimane stabile e il sito ha un buon apporto di sangue. Dei farmaci, vengono prescritti condroprotettori per aiutare a rigenerare e migliorare il metabolismo dell'articolazione. I processi infiammatori vengono fermati dai FANS, con forte dolore, vengono prescritti analgesici. I danni al corno posteriore del menisco mediale di 2 ° grado vengono eliminati usando tecniche artroscopiche con il metodo della sutura del menisco – collegando parti della cartilagine mediante cuciture vuote. Per le aree prive di vasi sanguigni, si consiglia il secondo metodo: resezione parziale (rimozione parziale) dei tessuti distrutti.

Trattamento con 3 gradi di danno

Nell'ultima fase, è indicata un'operazione chirurgica – menisectomia parziale o completa. (nei casi più gravi), tuttavia, i medici cercano sempre di preservare il più possibile il tessuto cartilagineo, poiché l'assenza di un menisco porta allo sviluppo dell'osteoartrosi. Se la rimozione non può essere evitata, al paziente viene offerto il trapianto di un menisco donatore o di un impianto di collagene,

A seconda del grado di danno, sono prescritte ulteriori misure di riabilitazione per il restauro finale dell'articolazione del ginocchio.

La ginnastica terapeutica è sviluppata da un riabilitologo che seleziona il carico, data la complessità delle lacrime e la categoria di età del paziente, al fine di rafforzare i muscoli e stabilizzare il ginocchio. Il fisioterapista stabilisce i tipi di procedure e il numero richiesto di sessioni necessarie per ciascun paziente per ripristinare la circolazione sanguigna e il metabolismo. La fisioterapia comprende elettroforesi con Lidasi, ultrasuoni, magnetoterapia, miostimolazione, trattamento laser, massaggio e agopuntura per migliorare il flusso sanguigno verso gli organi danneggiati.

ExpertNews Italia