Come trattare l’ernia lombare

Il quadro clinico pronunciato di un'ernia della colonna lombare si manifesta principalmente nella fase di estrusione. La lamentela più comune è il forte dolore alla gamba destra o sinistra, che copre l'interno della coscia e si estende al gluteo. A seconda delle dimensioni e della posizione dell'ernia, il dolore può scendere dalla coscia al tallone e alla parte posteriore del piede. Il dolore è acuto, brucia in natura e si intensifica con tosse, starnuti, lunga seduta, movimenti improvvisi, guida su terreni irregolari, cercando di piegarsi in avanti o rotolare dall'altra parte. Spesso, poche settimane prima dell'inizio del dolore, i pazienti sono preoccupati per un lieve disagio alla parte bassa della schiena.

Se l'ernia colpisce le radici posteriori dei nervi spinali, al dolore si aggiungono disturbi unilaterali della gamba, della parte bassa della schiena o del perineo. I pazienti possono lamentare una sensazione di brividi, bruciore, formicolio, intorpidimento o "pelle d'oca" sulla pelle. Le violazioni della conduzione nervosa sullo sfondo di un indebolimento o di una tensione muscolare compensativa porta a una limitazione della mobilità lombare. È difficile per i pazienti arrampicarsi e abbassare le scale, accovacciarsi, rimbalzare e piegarsi, mantenendo le gambe dritte; l'andatura diventa traballante e sbilanciata. I pazienti spesso assumono posture forzate, si chinano e portano il peso corporeo su un arto, quando guardano la schiena nuda, i muscoli lombari prominenti sono visibili su un lato.

I sintomi indiretti di un'ernia della colonna lombare indicano una mancanza di afflusso di sangue e fenomeni atrofici. Una gamba può essere più sottile, più fredda o più chiara dell'altra; si nota anche un'attaccatura più rara sul corpo dall'ernia.

Con la violazione del midollo spinale, il dolore si diffonde ad entrambe le gambe ed è accompagnato da una violazione della regolazione nervosa degli organi pelvici. I pazienti hanno minzione frequente, incontinenza urinaria e fecale, diarrea o costipazione; i disturbi ginecologici possono disturbare le donne e gli uomini con problemi di potenza.

Le complicanze più comuni dell'ernia della colonna lombare sono l'atrofia progressiva delle radici nervose e così via. sindrome della cauda equina, che si verifica quando il canale spinale è completamente bloccato e numerosi nervi vengono violati contemporaneamente.

Diagnostica Ultrasuoni

Una diagnosi preliminare viene fatta da un neurologo in base all'anamnesi, alla presentazione clinica e all'esame obiettivo. Per identificare parestesie e disturbi biomeccanici caratteristici delle sindromi da compressione spinale, sono state sviluppate procedure diagnostiche standard:

  • studio dei riflessi tendinei degli arti inferiori;
  • test funzionale con il sorgere di una gamba raddrizzata;
  • misurazione della forza e del tono muscolare;
  • determinazione del dolore, della temperatura e della sensibilità alle vibrazioni di gambe, glutei, perineo e basso ventre.

Le manifestazioni esterne di compressione delle radici nervose e del midollo spinale ci consentono di giudicare le dimensioni e la localizzazione della patologia, ma non hanno una specificità sufficiente per la diagnosi di un'ernia della colonna lombare. Allo stesso modo, può verificarsi un'infiammazione delle radici nervose o oncopatologia, quindi la parola decisiva nella diagnosi di ernie intervertebrali appartiene a tecniche strumentali per la visualizzazione dei tessuti molli – MRI e CT. Se si sospetta una lesione del midollo spinale, viene prescritta la mielografia a contrasto.

Molto spesso, le ernie si trovano nella colonna lombare, sperimentando i massimi carichi quando si è seduti, camminando e sollevando pesi.

Trattamento di un'ernia della colonna lombare

In assenza di complicanze, il trattamento delle piccole ernie intervertebrali è ridotto per alleviare il dolore e attivare la circolazione sanguigna nei tessuti adiacenti. Un breve ciclo di antidolorifici e / o farmaci antinfiammatori non steroidei è generalmente sufficiente per alleviare il dolore acuto. Con una debole risposta alla terapia farmacologica, è possibile eseguire un blocco controllato dai raggi X delle radici nervose danneggiate. I miorilassanti sono usati per eliminare gli spasmi muscolari. I primi 3-5 giorni dall'inizio dell'esacerbazione, il paziente deve osservare il riposo a letto con immobilizzazione della parte bassa della schiena. Si consiglia di sdraiarsi sulla schiena con un morbido cuscino sotto la parte bassa della schiena.

Dopo l'interruzione della sindrome del dolore, vengono mostrati la terapia fisica, la kinesioterapia e il rilassamento post-isometrico, che contribuiscono al ripristino dei tessuti molli trofici e alla formazione di un corsetto muscolare per sostenere la colonna vertebrale. Inizialmente, tutti gli esercizi per un'ernia della colonna lombare vengono eseguiti sdraiati o in piedi a quattro zampe. Dovresti iniziare con il sollevamento, il rapimento e l'informazione delle gambe piegate sulle ginocchia e dopo 3-4 settimane di allenamento regolare, puoi esercitarti sulla parete svedese, con la palla o con i bastoncini da ginnastica. Si consiglia inoltre di visitare la piscina.

Con la bassa efficacia del trattamento conservativo e la comparsa di complicanze, viene considerata la questione dell'intervento chirurgico. Il metodo meno traumatico del trattamento chirurgico delle ernie intervertebrali è la microdisectomia: la rimozione del nucleo polposo attraverso una puntura mediante un sottile manipolatore endoscopico e la sostituzione dei tessuti distrutti con una sostanza speciale. In alcuni casi, il disco viene rimosso completamente e al suo posto viene installata un'endoprotesi.

Fisioterapia e metodi di trattamento alternativi possono essere utilizzati solo in assenza di dolore acuto e segni di carenza neurologica. L'elettroforesi, l'irudoterapia, la terapia diadinamica forniscono un buon effetto; l'osteopatia, il massaggio e la terapia manuale possono essere indicati solo in presenza di sublussazioni delle articolazioni vertebrali. L'effetto terapeutico di agopuntura, terapia del calore e terapia UHF per i dischi ernia non è stato dimostrato.

Possibili complicanze di un'ernia della colonna lombare

Le complicanze più comuni dell'ernia della colonna lombare sono l'atrofia progressiva delle radici nervose e così via. sindrome della cauda equina, che si verifica quando il canale spinale è completamente bloccato e numerosi nervi vengono violati contemporaneamente. In tali casi, per prevenire la paralisi, viene indicata un'operazione di emergenza entro 24 ore dal momento in cui si manifestano gravi deficit neurologici, come movimenti deboli di ginocchia e piedi, intorpidimento delle gambe e del perineo, perdita di controllo durante la minzione e defecazione .

Previsione

Le ernie non complicate della regione lombare nell'80% dei casi scompaiono da sole a causa della disidratazione dei tessuti danneggiati entro 6-12 mesi. Un trattamento adeguato iniziato in una fase precoce aumenta notevolmente la probabilità di una cura completa.

Con una compressione prolungata delle radici dei nervi periferici e del midollo spinale, si verifica un danno irreversibile alle strutture nervose con la potenziale perdita completa di mobilità e cura di sé. Per questo motivo, le ernie della colonna lombare, anche con un decorso asintomatico, richiedono una costante supervisione medica e il monitoraggio delle dinamiche del processo.

Prevenzione

Per la prevenzione delle ernie intervertebrali, è importante mantenere l'attività motoria, monitorare il peso e la postura, abbandonare le cattive abitudini e consultare un medico in caso di lesione spinale. Si consiglia di mangiare una quantità sufficiente di proteine ​​e vitamine del gruppo B. Quando il lavoro sedentario, è utile fare pause durante la ginnastica di lavoro ogni 2-3 ore.

Video da YouTube sull'argomento dell'articolo:

Metodi di trattamento di un'ernia sacrale lombare

Un'ernia della colonna lombosacrale è una patologia che appare sullo sfondo di cambiamenti strutturali nei dischi intervertebrali, che provoca una violazione della loro integrità. La malattia delle vertebre può essere trattata in diversi modi, ma in assenza di terapia può portare alla disabilità.

L'essenza della malattia

La colonna vertebrale è costituita da molti segmenti ossei collegati da strutture più morbide: i dischi. Il risultato è un singolo sistema. Le vertebre rendono il palo più flessibile, svolgono la funzione di ammortizzatori, aiutano a distribuire il carico. Tutti i dischi hanno un anello fibroso solido con contenuto semi-liquido. La violazione delle strutture del disco, la loro sporgenza in diverse direzioni, il danno quando la sostanza fuoriesce – tutto ciò provoca la comparsa di un'ernia vertebrale.

Meccanismo di occorrenza

Quando l'anello fibroso si rompe, il contenuto semiliquido fuoriesce. Di conseguenza, la distanza tra le vertebre è ridotta. Spesso questo porta al pizzicamento delle radici nervose, si verifica la compressione del midollo spinale. Inoltre, un'ernia appare a causa di cambiamenti distrofici nei dischi a causa di una violazione dei loro processi nutrizionali o metabolici.

Leggi l\'articolo:  Trattamento fluido dell'articolazione del gomito

Non ci sono vasi sanguigni nei dischi, quindi ricevono tutte le sostanze necessarie dai tessuti circostanti. In condizioni normali, questo è sufficiente per fornire loro un'alimentazione adeguata. Tuttavia, quando si verifica un'ernia, appare un gonfiore dei tessuti. I dischi ricevono meno nutrienti, iniziano a logorarsi, disidratati.

Tutte le parti della colonna vertebrale sono indicate in lettere latine separate. Per il lombare, corrisponde a L, per il sacrale – a S. L'ernia che appare in queste aree è divisa in due tipi: L4-5 e L5-S1. Nel primo caso, ciò significa che c'era una violazione delle radici nervose tra queste vertebre. Nel secondo caso, l'ernia intervertebrale si trova tra il quinto lombare e il primo sacrale.

I rigonfiamenti in questi dipartimenti possono essere:

  1. Side. Il disco fuoriesce a sinistra o a destra. Tali formazioni non sono pericolose.
  2. Postero-laterale. La sporgenza del rigonfiamento si verifica nella direzione del midollo spinale. C'è una radice nervosa pizzicata. Questo tipo di ernia è molto pericoloso.
  3. Sporgere il disco in avanti. Una simile ernia non è pericolosa.
  4. Sporgenza classica. Si verifica in modo uniforme sull'area della colonna vertebrale.

Classificazione di un'ernia in base al grado di deformazione:

Inoltre, le ernie sono classificate in base alle dimensioni. Quelli piccoli non superano i 5 mm, nel mezzo non superano gli 8, quelli grandi raggiungono i 12 e quelli giganti sono al di sopra dell'ultimo valore.

Segni di un'ernia nelle principali fasi di sviluppo

I principali sintomi di un'ernia della colonna vertebrale nella regione lombosacrale sono dolore e bruciore nella regione sacrale. Inoltre, compaiono nuovi sintomi: debolezza, pesantezza alle gambe, intorpidimento degli arti. I movimenti si restringono, quando si cammina c'è dolore che si irradia ai fianchi e diventa insopportabile quando i nervi pizzicati.

Quando viene avviata un'ernia, sorgono problemi con gli organi pelvici (riduzione della funzione sessuale maschile, movimenti intestinali incontrollati e minzione).

L'ernia si sviluppa gradualmente:

  1. Il primo stadio si chiama prolasso. Il disco si sposta leggermente – fino a 2 mm. In questo caso, il nucleo polposo non sporge oltre la colonna vertebrale.
  2. Il secondo stadio si chiama sporgenza lombare. In questo caso, il bordo del disco danneggiato si estende oltre la colonna vertebrale fino a 1,5 mm, ma non vi sono ancora spostamenti.
  3. Il terzo stadio è l'estrusione. Il nucleo si estende oltre i confini della vertebra.
  4. Nel quarto sequestro, quasi cade e si presenta sotto forma di una goccia sopra la vertebra. In questa fase, può verificarsi una rottura dell'anello fibroso con fuoriuscita di secrezione.

Il dolore si intensifica anche con carichi minimi sulla colonna vertebrale. Può verificarsi atrofia muscolare completa, sciatica (infiammazione del nervo sciatico). Quando coinvolti nel processo cervicale, i casi di picchi di pressione, svenimenti e vertigini non sono rari.

Diagnosi e metodi di trattamento

Un neurologo è coinvolto nella diagnosi di ernia lombosacrale. In primo luogo, conduce un esame esterno, ascolta le lamentele del paziente, palpa la sua schiena o l'area interessata. Quindi vengono prescritti altri metodi diagnostici. Il più accessibile e informativo è la radiografia. Aiuta a valutare lo spessore del disco, la deformazione delle vertebre, l'aspetto degli osteofiti. I raggi X possono essere di due tipi:

  1. Survey. Il metodo più semplice e più comune. Ti consente di esaminare completamente la colonna vertebrale e i suoi singoli segmenti.
  2. Mirare alla radiografia. Eseguito per un sito specifico, a seconda della posizione dei sintomi.

Inoltre, per il trattamento delle ernie lombosacrale può essere utilizzato:

  • L'elettromiografia. Nominato con cambiamenti pronunciati. Con il suo aiuto, viene determinata la posizione dei nervi pizzicati.
  • Il liquido mielografico viene iniettato nel canale spinale e le vertebre vengono visualizzate utilizzando attrezzature speciali. Questo metodo è pericoloso, quindi viene utilizzato in casi estremi.
  • Risonanza magnetica Consente di visualizzare i tessuti a strati.
  • CT Di solito viene eseguito con contrasto, il che migliora significativamente il contenuto informativo e consente di valutare i cambiamenti vascolari nei tessuti.

Il trattamento dell'ernia inizia con una terapia conservativa. Per eliminare il dolore, vengono messi i blocchi della droga. Se questi metodi non aiutano, viene eseguita un'operazione chirurgica.

Shishkevich Vladimir - opinione ortopedica sulla crema di Hondrostrong

Shishkevich Vladimir, ortopedico - traumatologo, caporedattore del progetto ExpertNews.

Ho curato malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale per molti anni. Posso tranquillamente affermare che le articolazioni sono sempre curabili, anche in età avanzata.

Hondrostrong è un farmaco innovativo progettato per combattere le malattie articolari. Aiuta con artrite, artrosi e altre malattie. Grazie all'uso della crema, la mobilità articolare ritorna rapidamente. Il tessuto cartilagineo danneggiato viene rigenerato, il che impedisce l'ulteriore sviluppo del problema.

Hondrostrong - gel per articolazioni e colonna vertebrale

Il nostro centro medico è stato il primo a ricevere l'accesso certificato alle più recenti medicine per osteocondrosi e dolori articolari - Hondrostrong. Ti confesso che quando ne ho sentito parlare per la prima volta, ho solo riso perché non credevo nella sua alta efficienza.

Ma sono rimasto stupito quando abbiamo finito i test: 4567 persone erano completamente guarite dalle malattie degli organi del sistema muscolo-scheletrico, che è più del 94% di tutti i soggetti, il 5,6% ha riscontrato un miglioramento significativo e solo lo 0,4% non ha notato alcun miglioramento.

La crema hondrostrong ti consente di dimenticare il dolore alla schiena e alle articolazioni il più presto possibile, letteralmente dopo 4 giorni di utilizzo, e anche le patologie molto complesse possono essere curate entro due mesi. Inoltre, il produttore di questo prodotto offre ora 50% di sconto del costo totale della crema Hondrostrong.

Terapia conservativa

La terapia conservativa aiuta a rimuovere un'ernia lombosacrale nel 90 percento dei casi. Il paziente viene trasferito a riposo a letto per alleviare lo stress dalla colonna vertebrale, quindi l'attività limitata è gradualmente consentita. Dall'inizio del trattamento, vengono prescritti farmaci:

    Nonstero> Nella seconda fase del trattamento, viene prescritta la fisioterapia:

  1. Stimolazione di scossa elettrica. Ciò migliora più volte il tono muscolare.
  2. Fonoforesi. I farmaci necessari vengono introdotti nel corpo mediante ultrasuoni. Si diffondono rapidamente con il flusso sanguigno.
  3. Terapia con paraffina. Aiuta a far fronte al dolore, stimola la normale circolazione sanguigna e migliora la conduttività delle terminazioni nervose.
  4. Elettroforesi Con l'aiuto della corrente, viene somministrato un medicinale che agisce direttamente sull'ernia. Il farmaco viene escreto naturalmente dopo 3 settimane.
  5. Ultrasuoni. Riscalda i tessuti, grazie ai quali migliora l'afflusso di sangue, i dolori diminuiscono e la rigenerazione accelera.
  6. Magnetoterapia. Utilizza l'effetto di una frequenza vicina al biofield umano.

Inoltre, sono prescritti bagni di fango e minerali, esposizione al laser. Viene anche eseguito un massaggio che aiuta ad alleviare la tensione muscolare rilassandoli. Con l'aiuto della terapia fisica, la colonna vertebrale viene efficacemente ripristinata. Tutto quanto sopra aiuta a evitare l'intervento chirurgico.

Blocco

Con un forte dolore insopportabile, vengono messi vari tipi di blocchi. Ad esempio, procaina o con corticosteroidi. I farmaci vengono iniettati nelle aree danneggiate del disco. I blocchi sono condotti da corsi. Questo metodo aiuta il paziente a liberarsi del dolore per lungo tempo. Diverse procedure possono essere richieste a intervalli diversi. La frequenza e il risultato dipendono dal farmaco utilizzato, dall'intensità del dolore. Questa procedura non può essere eseguita in modo indipendente: viene eseguita solo da un medico.

Rimozione chirurgica

Il trattamento chirurgico di un'ernia è indicato solo in assenza dell'efficacia della terapia conservativa. Le operazioni possono essere eseguite in diversi modi:

  1. Metodo endoscopico. Vengono eseguite tre incisioni nell'area interessata. Una videocamera è inserita in un foro. Gli altri due sono strumenti inseriti. Fanno la rimozione dell'ernia.
  2. Discectomia percutanea. L'area danneggiata viene rimossa attraverso una foratura nel disco. Uno spazio vuoto è pieno di sostanza artificiale.
  3. Ricostruzione laser È fatto sotto forma di una puntura con un ago speciale. In questo caso, non è richiesta la dissezione dei tessuti. Il laser riscalda le strutture danneggiate e provoca la rigenerazione cellulare attiva, rimuovendo il dolore.

In casi difficili, l'endoprotetica viene eseguita quando un disco deformato viene sostituito con un impianto. Dopo qualsiasi operazione, è necessaria una lunga riabilitazione: in questo momento è necessario indossare un corsetto speciale, che riduce il carico sulla colonna vertebrale. Per 3 mesi non puoi sedere. Inoltre, sono prescritti fisioterapia e terapia fisica.

Pericolo di malattia

L'ernia più pericolosa della colonna vertebrale è per le donne, poiché la circolazione sanguigna nella regione pelvica è disturbata. Ciò provoca la comparsa di una serie di malattie ginecologiche. Inoltre, un'ernia porta a una violazione della normale minzione, il ciclo mestruale, limita la capacità di muoversi. La patologia provoca lo sviluppo della scoliosi (curvatura della colonna vertebrale). La sensibilità si rompe nell'area danneggiata, la pelle diventa secca, desquamata, screpolata. Possono verificarsi problemi con l'intestino, può svilupparsi la paralisi degli arti inferiori.

L'ernia della colonna lombosacrale risponde bene al trattamento nei primi stadi. Come mezzi ausiliari, può essere utilizzata la medicina tradizionale. Tuttavia, spesso le persone non prestano attenzione ai sintomi iniziali, attribuendoli a inconvenienti temporanei. Pertanto, un medico viene consultato già in casi avanzati. In questo caso, la patologia può già essere accompagnata da gravi complicazioni e la durata del trattamento è significativamente aumentata.

Leggi l\'articolo:  Artrite reumatoide dell'articolazione del ginocchio come curare

Trattamento dell'ernia intervertebrale: come trattare l'ernia del disco intervertebrale?

Secondo le statistiche, oggi per ogni 100 mila persone ci sono 100 casi di ernia del disco intervertebrale. Tuttavia, non tutti sanno quali sono i sintomi di questa malattia e come trattare un'ernia intervertebrale senza chirurgia.

Uno stile di vita sedentario nel tempo può causare molte malattie, inclusi i dischi ernia. Il gruppo a rischio comprende uomini e donne dai 25 ai 50 anni che svolgono lavori relativi al sollevamento pesi (ad esempio caricatori) o con seduta prolungata (ad esempio nell'ufficio davanti al computer). E se dovessi già affrontare questa malattia?

Che cos'è un ernia del disco e quali sono i sintomi di questa malattia?

Per capire cos'è un'ernia intervertebrale, devi avere un'idea dell'anatomia della colonna vertebrale. Il disco intervertebrale è circondato da un anello fibroso. Un'ernia si verifica quando l'anello fibroso si rompe per determinate ragioni e il nucleo polposo, che si trova all'interno del disco, viene spostato. Una volta nel canale intervertebrale, agisce sulle cellule del midollo spinale o delle radici nervose, causando dolore, crampi, intorpidimento, ecc.

Le ragioni per l'insorgenza di un'ernia intervertebrale possono essere diverse: forti colpi alla schiena, lesioni durante la caduta, una curva acuta, sollevamento pesi. Probabilità particolarmente elevata di sviluppare un'ernia nelle persone che soffrono di osteocondrosi, che hanno una postura scorretta o altri problemi con la colonna vertebrale.

I sintomi di un'ernia intervertebrale possono variare a seconda della sua posizione (nella colonna lombare, toracica o cervicale), nonché in base allo stadio del suo sviluppo.

Sintomi di ernia intervertebrale nel lombare

Nelle fasi iniziali: dolore lombare sordo che si verifica periodicamente, che può essere aggravato durante lo sport, tosse, starnuti.

  • dolore più grave, che si manifesta non solo nella parte bassa della schiena, ma anche alla coscia e alle gambe;
  • dolore lancinante dopo movimenti improvvisi (ad esempio girando, sollevando pesi);
  • intorpidimento o formicolio (dita dei piedi, zona inguinale);
  • violazione del sistema urogenitale (incontinenza o ritenzione urinaria, costipazione, diarrea, problemi di erezione).

Sintomi di ernia intervertebrale a livello cervicale e toracico

Nelle fasi iniziali: il dolore derivante da movimenti improvvisi, molto spesso doloranti, può essere somministrato a spalla e braccio.

  • dolore costante che è difficile da sopportare, incluso mal di schiena;
  • mal di testa e vertigini;
  • intorpidimento delle dita;
  • salti di pressione.

Attenzione! La diagnosi deve essere fatta solo dal medico dopo l'esame. Pertanto, se trovi sintomi, assicurati di contattare uno specialista.

Tuttavia, i medici consigliano di visitare un neurologo almeno una volta all'anno a scopo preventivo.

Metodi di trattamento dell'ernia intervertebrale

In generale, i metodi di trattamento dell'ernia del disco intervertebrale possono essere divisi in due gruppi: operativi (o chirurgici) e non chirurgici (sono anche chiamati conservativi). A sua volta, il trattamento non chirurgico può essere farmacologico e non farmacologico.

Metodi operativi (chirurgici) per il trattamento dell'ernia intervertebrale

Questo metodo risolve drammaticamente il problema: un'ernia viene rimossa chirurgicamente e il sollievo arriva quasi immediatamente. Tuttavia, questo metodo presenta molti svantaggi, i principali dei quali sono:

  • alto rischio di recidiva, solo un sollievo temporaneo dopo l'intervento chirurgico;
  • durante l'operazione, la colonna vertebrale viene ferita, il che può portare a una serie di complicazioni, fino alla disabilità.

Gli specialisti notano che solo il 2% di tali operazioni viene eseguito senza conseguenze negative. Pertanto, l'intervento chirurgico è meglio usato solo come ultima risorsa, avendo precedentemente testato metodi non chirurgici.

Metodi conservativi per il trattamento dell'ernia intervertebrale

Sempre più medici oggi preferiscono metodi non chirurgici per il trattamento di ernie del disco. È vero, anche qui hanno le loro caratteristiche. Quindi, ad esempio, il trattamento farmacologico non è sempre efficace, perché non elimina la causa della malattia, ma rimuove solo l'infiammazione. Tuttavia, se questo metodo è combinato con altri metodi di trattamento di un'ernia, allora la probabilità di successo aumenta in modo significativo.

I metodi conservativi comprendono l'agopuntura e la digitopressione. Quando esposti agli aghi nell'area dell'ernia intervertebrale, gli spasmi dei muscoli obliqui vengono rimossi e il gonfiore si riduce. Stimolando il lavoro della milza e della ghiandola tiroidea, è possibile ridurre gradualmente l'ernia. L'esclusione di cibi piccanti e grassi contribuirà anche al ripristino del disco intervertebrale.

Un altro metodo di trattamento non chirurgico dell'ernia intervertebrale è la cinesiterapia (allenamento con biofeedback secondo la cinesiologia del movimento). Questo metodo è un nuovo termine nella riabilitazione moderna. Cinesiterapia – trattamento con movimento, accompagnato dall'uso di metodi e forme di educazione fisica. Il compito principale del complesso è quello di ripristinare le funzioni perse e l'attività motoria di muscoli, legamenti, articolazioni. In questo caso, tutto è realizzato da movimenti naturali.

Ricorda: un'ernia del disco intervertebrale è curabile, l'importante è non iniziare la malattia, consultare un medico in tempo e scegliere il metodo di trattamento migliore per te. Sii in salute!

In quale clinica posso andare se compare un'ernia?

Abbiamo chiesto una risposta a questa domanda da Zhang Zitsian, uno dei principali specialisti della Clinica TAO di medicina tradizionale cinese:

“Un'ernia intervertebrale è una malattia piuttosto grave. Tuttavia, non disperare: è meglio cercare una buona clinica, i cui medici aiuteranno a curare questa malattia. Un esempio di tale struttura medica è la clinica TAO di medicina tradizionale cinese. Tutti i nostri specialisti si sono diplomati presso le migliori università in Cina e lavorano in Russia su base contrattuale. Poiché i medici si esercitano nel paese da diversi anni (piuttosto che venire per un breve periodo), i pazienti possono sottoporsi a procedure da uno specialista, che garantisce il comfort psicologico del cliente.

I servizi del nostro centro medico sono diversi: comprende l'agopuntura e la fitoterapia e vari tipi di massaggio, e l'impatto sui punti di agopuntura con il calore e molto altro. I medici della TAO Clinic possono aiutare a curare molte malattie senza ricorrere

PS Nella clinica di medicina tradizionale cinese "TAO" c'è uno sconto del quindici per cento quando si paga l'intero corso del trattamento.

La licenza per attività mediche datata 30 gennaio 2008 No. LO-77-01-000911 è stato rilasciato dal Dipartimento della Salute di Mosca.

Trattamento di un'ernia della colonna lombare

  • Allevia il dolore in 1-2 sessioni
  • Trattamento di un'ernia della colonna lombosacrale senza chirurgia
  • Consultazione iniziale con un medico GRATUITAMENTE

L'ernia del rachide lombare è una delle diagnosi più comuni, che si instaura per il dolore nella parte bassa della schiena. Di norma, stiamo parlando di sporgenza e rottura del disco nei segmenti L3-L4, L4-L5 e L5-S1. In quest'ultimo caso, parlano di un'ernia lombosacrale. È qui che si trova il nervo sciatico, il cui pizzicamento provoca dolore dolorante o acuto, insopportabile e intorpidimento alla gamba.

Nella medicina orientale esistono pratiche che consentono di trattare con successo questo tipo di ernia senza ricorrere all'intervento chirurgico. I medici della clinica del Tibet a Mosca e St. Pietroburgo è fluente in loro, il che garantisce alti tassi di trattamento. I cambiamenti positivi sono confermati dalla risonanza magnetica e sono osservati in oltre il 97% dei casi.

1. Eliminare o provare a correggere?

Il modo più semplice per sbarazzarsi di un'ernia è rimuovere la parte del disco che è caduta. Questa è un'operazione molto costosa, ma una delle più frequenti nella pratica mondiale (secondo posto dopo la rimozione dell'appendicite). Tuttavia, il trattamento chirurgico presenta diversi svantaggi.

Innanzitutto, un disco troncato non viene ripristinato. I dischi vicini assumono il suo lavoro. Di conseguenza, il carico su di essi aumenta, il che porta alla loro distruzione. Questo spiega la ricaduta frequente dopo l'intervento chirurgico.

Il secondo svantaggio significativo è l'elevata percentuale di complicanze. Il più comune di questi è il danno al nervo spinale, che porta alla paralisi parziale del piede.

L'argomento principale a favore dell'operazione è l'incapacità di correggere l'ernia. In effetti, i riferimenti ai chiropratici per l'ernia lombare, di regola, non portano a nulla. Il frammento rilasciato del disco non può essere riportato al suo posto e i tentativi di farlo sono irti di disabilità.

2. Dove trattare un'ernia? Qual è la migliore, blocco o trazione hardware della colonna vertebrale?

Blockade è un'iniezione di un anestetico. Allevia il dolore acuto, ma non influisce sull'ernia, non riduce le sue dimensioni e salva dalla chirurgia. Questo è un metodo per alleviare il dolore, non per il trattamento. Dà solo un effetto temporaneo.

Lo stesso vale per la trazione hardware della colonna vertebrale. La forte estensione delle vertebre può in qualche modo alleviare il dolore. Ma il pericolo di questo metodo non è paragonabile all'effetto analgesico che dà. Pertanto, le distorsioni hardware con un'ernia della colonna vertebrale (lombare) sono categoricamente controindicate.

  • Tibet Clinic – Base clinica della prima Università medica statale di Mosca intitolata a IM Sechenov del Ministero della Salute della Russia (Università di Sechenov)
  • Tibet Clinic ha vinto il prestigioso premio europeo Aurora Health & Beauty Award, vincitore della nomination “The Best Clinic of Oriental Medicine”
Leggi l\'articolo:  Yoga per la coxartrosi

Trattamento di un'ernia della colonna lombare

La medicina orientale non utilizza metodi come la chirurgia, la riduzione manuale, la trazione hardware della parte bassa della schiena o il blocco anestetico. Tuttavia, è possibile il trattamento per l'ernia lombare.

Se scartiamo metodi di esposizione inefficaci e pericolosi, rimane solo una cosa: un effetto complesso sull'area della lesione spinale. I metodi di tale impatto sono elaborati in dettaglio e danno ottimi risultati. Ciò non significa che possano sempre sostituire l'operazione. Ma se il tempo non viene completamente perso – la dimensione dell'ernia lombare non supera i 14 mm, non vi è alcuna compressione significativa (stenosi) del midollo spinale e paralisi delle gambe – l'ernia può essere curata. Potrebbe non scomparire del tutto, ma il suo pericolo sarà ridotto al minimo e i sintomi scompariranno in gran parte.

1o stadio (diagnosi, lavoro con sintomi)

Prima di iniziare il trattamento, è necessario avere un quadro chiaro dell'ernia. Questo può essere fatto solo usando la risonanza magnetica. Sul tomogramma ottenuto, il medico può studiare in dettaglio non solo l'ernia stessa (dimensioni, direzione), ma anche il midollo spinale, le radici nervose, i vasi sanguigni, i muscoli e i legamenti.

Nella Clinica Tibet (Medexpert Diagnostic Center) è possibile acquisire un'immagine MRI e ottenere la sua trascrizione qualificata. Inoltre, il medico eseguirà la diagnostica neurologica: palpazione dei punti dolorosi, identificazione dei crampi muscolari, riflessi compromessi, disturbi muscolari e motori, disturbi funzionali degli organi pelvici.

Per il dolore acuto, il medico usa l'agopuntura. Con l'aiuto di aghi sottili inseriti in punti specifici, allevia il dolore. L'effetto terapeutico dell'agopuntura è completato dalla digitopressione. Secondo le indicazioni individuali, possono essere utilizzati rimedi omeopatici. L'uso di questi metodi non è inferiore nel suo effetto al blocco analgesico della colonna lombare.

Una donna di 53 anni è venuta in Tibet lamentando forti dolori alla parte bassa della schiena, natica destra e formicolio superficiale alla coscia. Utilizzando l'esame, il medico ha determinato un forte spasmo muscolare nella parte bassa della schiena, diminuzione dei riflessi e debolezza muscolare nella gamba destra. La scansione MRI assegnata ha mostrato un'ernia di 8 mm nel segmento L4-L5 e una sporgenza di 4 mm nel segmento L5-S1.

Dopo 15 sessioni complesse, il dolore è scomparso, la gamba ha iniziato a muoversi normalmente, i riflessi sono tornati alla normalità, la sensibilità della pelle della coscia è stata ripristinata. Una risonanza magnetica di controllo ha mostrato una riduzione di 3 mm nell'ernia e una diminuzione di 2 mm nella sporgenza e una cessazione dell'osteocondrosi lombare.

  • Nella clinica "Tibet" – si tiene una consultazione iniziale GRATUITA, durante la quale il medico diagnosticherà e riferirà il piano di trattamento per un'ernia della colonna lombare nel tuo caso!

Per fissare un appuntamento

2o stadio (riduzione delle dimensioni dell'ernia lombare)

Il compito principale di trattare un'ernia lombare in una clinica del Tibet è di ripristinare un disco intervertebrale che esplode. La sua parte precipitata viene gradualmente assorbita. La dimensione della sporgenza del disco è ridotta. A causa di ciò, la compressione della radice del nervo e del midollo spinale, i sintomi del dolore scompaiono, la sensibilità viene ripristinata.
Una sessione complessa include diverse procedure obbligatorie. Uno di questi è l'agopuntura. Utilizzando questo metodo, il medico agisce direttamente sulla zona interessata. A causa della riduzione dell'edema, il carico di compressione sulla radice del nervo è ridotto. L'infiammazione diminuisce, il dolore passa gradualmente. La durata di una sessione di agopuntura va da 20 a 30-40 minuti.

La seconda procedura richiesta – digitopressione massaggio tibetano Ku-nye. Questa tecnica di massaggio tradizionale aiuta a rilassare i muscoli angusti. La rimozione dello spasmo migliora la circolazione sanguigna nella parte bassa della schiena. L'apporto di nutrienti e collagene ai dischi aiuta a ripristinarli. La durata della sessione di massaggio è compresa tra 20 e 30 minuti.

Un buon effetto rigenerativo è fornito dal riscaldamento di punti bioattivi con coni caldi o un sigaro assenzio (moxa). Un tale effetto terapeutico accelera i processi biochimici, stimola il ripristino dei dischi.

In assenza di controindicazioni, il medico applica una leggera trazione della parte bassa della schiena. Viene fatto solo a mano, delicatamente e con cura. Questa procedura è necessaria per creare il volume necessario tra le vertebre. Questo volume dovrebbe occupare il disco intervertebrale, gradualmente, nel processo di restauro.

L'ernia intervertebrale del lombo-sacrale è spesso accompagnata da ristagno della circolazione sanguigna. Per facilitare il flusso e il deflusso del sangue, il medico usa sanguisughe mediche – irudoterapia.
Di norma, il trattamento dell'ernia intervertebrale nella parte bassa della schiena richiede più procedure. Come metodi aggiuntivi, la terapia con pietre, può massaggiare, mettere in scena lattine convenzionali per la terapia del vuoto e lattine con nucleo magnetico.

  • Il trattamento di un'ernia della colonna lombare senza intervento chirurgico nella clinica del Tibet viene effettuato da oltre 30 medici con istruzione medica superiore, che sono fluenti nei metodi di medicina orientale.
    I nostri specialisti.

I risultati del trattamento di un'ernia della colonna lombare

Il corso del trattamento va da 10 a 15 sessioni. In alcuni casi, questo è sufficiente per eliminare i sintomi e il rischio di un'ernia. In altri casi, è richiesto un secondo ciclo di trattamento. Viene effettuato dopo 6 mesi. Dopo ogni corso, viene presa un'immagine di controllo della risonanza magnetica.
I risultati oggettivi del trattamento sono una riduzione delle dimensioni dell'ernia, il ripristino del volume e della struttura del disco, un miglioramento dell'ammortamento, una maggiore resistenza allo stress e l'eliminazione dei pizzichi nervosi.

Risultati soggettivi – sollievo dal dolore nella parte bassa della schiena e gluteo, ripristino della forza muscolare e sensibilità nella gamba, miglioramento della mobilità della parte bassa della schiena.
Un uomo di 49 anni è venuto in Tibet con un problema di disfunzione erettile. Per dolore alla natica e bassi riflessi alla gamba, il medico sospettava la presenza di un'ernia lombare. La risonanza magnetica ha confermato un'ernia di 9 mm nel segmento L5-S1. Dopo un trattamento complesso (15 sedute), il dolore al gluteo era scomparso, la funzione erettile è migliorata in modo significativo e il prolasso è diminuito di 4 mm.

  • Trattamento di un'ernia della colonna lombare nella clinica del Tibet
    – da 2800 rub 2520 rub

Domande frequenti sull'ernia lombare

1. Quali sono alcune indicazioni della gravità di un'ernia?

C'è un'opinione errata che più forte è il mal di schiena, più pericolosa è l'ernia. Questo non è vero Le ernie più pericolose possono essere accompagnate da dolore moderato. In alcuni casi, il dolore quando si verifica un'ernia non aumenta, ma viene alleviato. La gravità della situazione può essere giudicata da sintomi come perdita di sensibilità, intorpidimento, debolezza, paralisi o paralisi parziale della gamba, alterazioni dei movimenti intestinali, minzione ed erezione.

2. Perché c'è un'ernia nella parte bassa della schiena?

Per prevenire l'ernia lombare, ai medici viene spesso consigliato di evitare il sollevamento pesi. Ci sono regole su come sollevare valigie pesanti o altri pesi: accovacciarsi, con la schiena dritta, in nessun caso sporgersi in avanti. Tuttavia, il motivo principale per la formazione di un'ernia non è la gravità. Possono provocare una rottura del disco, ma la causa dell'ernia in un altro è una fame prolungata del disco in combinazione con carichi impropri. Questi carichi si verificano con uno stile di vita sedentario.
A causa di uno stile di vita sedentario, si verifica anche la fame nel disco. Il sangue viene loro scarsamente fornito e non trasporta nella giusta quantità di elementi vitali, incluso il collagene. Il collagene è necessario per rinnovare la cartilagine nel disco. Con la sua mancanza di usura, i dischi si verificano a una velocità maggiore. I dischi non hanno il tempo di recuperare e vengono distrutti.

3. Un materasso ortopedico può proteggere dall'ernia intervertebrale?

Un materasso ortopedico non può eliminare i crampi persistenti sorti nella parte bassa della schiena a causa di uno stile di vita sedentario. Solo un medico può farlo con l'aiuto di un massaggio speciale e l'uso dell'agopuntura. I crampi nella parte bassa della schiena persistono per 24 ore al giorno, incluso il sonno notturno. Non consentono ai dischi intervertebrali di riposare e recuperare, il che porta alla loro compressione e quindi alla rottura. Nessun tipo di materasso è un agente terapeutico e non può sostituire la prevenzione, e ancora di più il trattamento di un'ernia nella parte bassa della schiena.

4 Che cos'è un'ernia sacrale della colonna vertebrale?

La sezione sacrale è costituita da ossa fuse tra le quali non può formarsi un'ernia. Questa è un'ernia intervertebrale al confine tra le regioni lombare e sacrale nel segmento L5-S1.

ExpertNews Italia